religione

Il Velo di Maria Vergine donato alla basilica di San Francesco

Redazione online Andrea Cova

“L’anno 1319 la chiesa di S. Francesco fu arricchita d’un tesoro inestimabile, cioè del velo di nostra Madonna offertole da Tommaso degli Orsini. Scrivono gli scrittori delle cose patrie che questo principe romano, passato oltremare nell’ultima crociata, l’ebbe dal Pascià di Damasco, suo prigioniero di guerra, il quale l’aveva tolto da una chiesa di Gerusalemme. Tornato in Italia e ridotto da una grave infermità a termine di vita, si votò al santo di Assisi, del quale era nella sua nobilissima famiglia grande la devozione e, guarito oltre ogni speranza dei medici, venne in Assisi e dinanzi all’altare del santo offrì ai frati la veneranda reliquia che sino ai nostri giorni è gelosamente custodita in Basilica, e per la quale più volta ha Iddio operato mirabili cose, onde gli assisani sono soliti di ricorrere al sacro velo di Maria in tutte le pubbliche necessità ed ogni qual volta la città loro sia minacciata da qualche sciagura”.