religione

I due straordinari miracoli che renderanno santa la cappuccina Madre Rubatto

Gelsomino Del Guercio assisiofm.it

Per intercessione di Suor Maria Francesca di Gesù sono avvenute due guarigioni

Ecco i due miracoli che rendono santa una francescana molto amata e conosciuta  nella Riviera di Ponente, in Liguria.

 

Si tratta di Maria Francesca di Gesù (Anna Maria Rubatto, 1844-1904), fondatrice delle “Terziarie Cappuccine di Loano”.

 

La piemontese madre Rubatto, trasferita a Loano (Savona) frequentava la chiesa del convento ed ebbe nel padre Angelico da Sestri Ponente la sua guida spirituale. Il 13 marzo 1901 sette suore della madre Rubatto, insieme a quattro frati, due Terziari francescani e oltre 250 fedeli, furono trucidate da un gruppo di Indios armati nella missione di San Giuseppe della Provvidenza, fondata dai Cappuccini Lombardi ad Alto Alegre in Brasile.

 

IL PRIMO MIRACOLO

Come miracolo utile a ottenerle la beatificazione è stato considerato il caso di Giovanni Battista Bottino, un bambino cui erano state tolte le tonsille a causa di un’infiammazione. L’operazione di tonsillectomia aveva però causato un’infezione grave, degenerata in shock settico. Il piccolo risultò guarito in seguito alle preghiere rivolte a Dio per intercessione di madre Francesca Rubatto.

 

IL PROCESSO

Il fatto, come spiega santiebeati.it, era avvenuto nel 1939, ma il processo sull’asserito miracolo si svolse nel 1951 presso la Curia vescovile di Genova e fu convalidato il 12 novembre 1991. La giunta medica della Congregazione delle Cause dei Santi giudicò inspiegabile la guarigione riunendosi l’8 ottobre 1992, mentre i Consultori teologi comprovarono l’intercessione di madre Francesca l’11 dicembre seguente. Infine, i cardinali e vescovi ratificarono i pareri positivi, aggiungendo il proprio, il 9 marzo 1993.

 

LEGGI ANCHE: Santa Filippa Mareri "protagonista" di un incredibile miracolo

 

GIOVANNI PAOLO II

Il mese seguente, il 2 aprile 1993, san Giovanni Paolo II autorizzava la promulgazione del decreto con cui la guarigione di Giovanni Battista Bottino era dichiarata inspiegabile, completa, duratura e avvenuta per intercessione della fondatrice delle Cappuccine di Loano. Lo stesso Pontefice presiedette la Messa con il rito della sua beatificazione il 10 ottobre 1993.

Da allora, l’Istituto da lei fondato la ricorda nel proprio calendario liturgico al 9 agosto, con il grado di festa.

 

 

 

IL SECONDO MIRACOLO

Secondo quanto riferisce il sito della Congregazione delle Cause dei Santi, come secondo miracolo valido per la canonizzazione fu preso in esame il caso avvenuto nell’aprile 2000 a un giovane di Montevideo, che fu investito e riportò un trauma cranico con emorragia e coma grave. L’invocazione alla Beata Maria Francesca di Gesù fu univoca e antecedente alla guarigione.

 

Il 21 febbraio 2020, ricevendo in udienza il cardinal Giovanni Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, papa Francesco autorizzò la promulgazione del relativo decreto, aprendo la via alla canonizzazione di madre Maria Francesca.

 

LEGGI ANCHE: Ecco il miracolo che farà diventare santa una suora cappuccina

 

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA