NOTIZIE > religione

600 firme e un appello accorato: non siamo pronti per perdere i frati

Struggente la lettera allegata alla petizione

di Gelsomino Del Guercio
600 firme e un appello accorato: non siamo pronti per perdere i frati
Credit Foto - gualdonews

Un altro storico convento francescano rischia di chiudere. Un'altra mobilitazione popolare è stata avviata per scongiurare che questo accada.

 

Siamo a Gualdo Tadino, provincia di Perugia, nel cuore dell'Umbria di Francesco. Sono giunte a 600 le firme al Padre Provinciale dei Frati Minori per trattenere Padre Mario e Padre Emidio, i due francescani rimasti al convento della Santissima Annunziata, meglio noto come Zoccolanti.

 

"IL LAVORO NON E' COMPLETO"

La lettera è toccante: la comunità gualdese sa bene che prima o poi dovrà fare a meno delle due guide spirituali, ma ora non si sente ancora pronta per questo salto nel vuoto. «Siamo consapevoli di non saperlo fare - si legge nella petizione, riportata integralmente da Gualdo News  - Quello che chiediamo infatti è altro tempo, perchè il lavoro che i due frati stanno facendo non e’ completo e noi non siamo pronti a camminare da soli».

 

DUE PASTORI MOLTO AMATI

«Quello che chiediamo - prosegue la lettera - e’ di essere compresi da un Padre, che lasci ancora sotto la guida di due pastori una piccola e preziosa porzione di popolo di Dio. Padre Mario e Padre Emidio non ostacolano l’opera delle parrocchie, ma anzi la completano, arricchendola laddove un sacerdote parroco non riesce, perchè solo».

 

TERZIARI E AGESCI

Il ruolo dei due frati, d'altro canto, è attivo. «Più volte vengono chiamati a celebrare l’eucaristia domenicale nelle parrocchie dove il sacerdote è anziano o malato, oppure nel periodo delle benedizioni delle case in quaresima».

 

Padre Emidio segue poi il cammino dei terziari francescani di Costacciaro e questo gruppo rimarrebbe senza una guida. Come pure rimarrebbero senza guida spirituale il Masci e l’Agesci senza Padre Mario.

 

LEGGI ANCHE: Chiude il convento dei francescani a Bagnoregio

 

QUANTE COPPIE SONO STATE AIUTATE!

«Ovunque c’e’ povertà materiale o spirituale, loro ci sono - sentenziano i firmatari della petizione - In ogni luogo dove c’e’ il dolore e la sofferenza, la loro presenza da’ conforto. E’ un porta a porta continuo, incessante ed ininterrotto con malati e persone anziane. Giovani coppie che si apprestano a formare famiglie cristiane, in questi due pastori di Dio trovano alimento attraverso i loro insegnamenti di educazione religiosa».

 

L'ADDIO DEI SALESIANI

Famiglie intere, è l'appello che lanciano i 600 gualdesi, «sono state salvate dal baratro delle separazioni grazie ai consigli spirituali di padre Emidio e padre Mario. La comunità gualdese già duramente messa alla prova dalla chiusura dell’opera salesiana, non può essere depauperata di un sostegno religioso così importante».

 

Basterà tutto questo a convincere il Padre Superiore?

 

LEGGI ANCHE: Dopo 800 anni chiude il convento dei francescani di San Marino



Gelsomino Del Guercio

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits