religione

600 firme e un appello accorato: non siamo pronti per perdere i frati

Gelsomino Del Guercio
Foto: gualdonews

Un altro storico convento francescano rischia di chiudere. Un'altra mobilitazione popolare è stata avviata per scongiurare che questo accada.

 

Siamo a Gualdo Tadino, provincia di Perugia, nel cuore dell'Umbria di Francesco. Sono giunte a 600 le firme al Padre Provinciale dei Frati Minori per trattenere Padre Mario e Padre Emidio, i due francescani rimasti al convento della Santissima Annunziata, meglio noto come Zoccolanti.

 

"IL LAVORO NON E' COMPLETO"

La lettera è toccante: la comunità gualdese sa bene che prima o poi dovrà fare a meno delle due guide spirituali, ma ora non si sente ancora pronta per questo salto nel vuoto. «Siamo consapevoli di non saperlo fare - si legge nella petizione, riportata integralmente da Gualdo News  - Quello che chiediamo infatti è altro tempo, perchè il lavoro che i due frati stanno facendo non e’ completo e noi non siamo pronti a camminare da soli».

 

DUE PASTORI MOLTO AMATI

«Quello che chiediamo - prosegue la lettera - e’ di essere compresi da un Padre, che lasci ancora sotto la guida di due pastori una piccola e preziosa porzione di popolo di Dio. Padre Mario e Padre Emidio non ostacolano l’opera delle parrocchie, ma anzi la completano, arricchendola laddove un sacerdote parroco non riesce, perchè solo».

 

TERZIARI E AGESCI

Il ruolo dei due frati, d'altro canto, è attivo. «Più volte vengono chiamati a celebrare l’eucaristia domenicale nelle parrocchie dove il sacerdote è anziano o malato, oppure nel periodo delle benedizioni delle case in quaresima».

 

Padre Emidio segue poi il cammino dei terziari francescani di Costacciaro e questo gruppo rimarrebbe senza una guida. Come pure rimarrebbero senza guida spirituale il Masci e l’Agesci senza Padre Mario.

 

LEGGI ANCHE: Chiude il convento dei francescani a Bagnoregio

 

QUANTE COPPIE SONO STATE AIUTATE!

«Ovunque c’e’ povertà materiale o spirituale, loro ci sono - sentenziano i firmatari della petizione - In ogni luogo dove c’e’ il dolore e la sofferenza, la loro presenza da’ conforto. E’ un porta a porta continuo, incessante ed ininterrotto con malati e persone anziane. Giovani coppie che si apprestano a formare famiglie cristiane, in questi due pastori di Dio trovano alimento attraverso i loro insegnamenti di educazione religiosa».

 

L'ADDIO DEI SALESIANI

Famiglie intere, è l'appello che lanciano i 600 gualdesi, «sono state salvate dal baratro delle separazioni grazie ai consigli spirituali di padre Emidio e padre Mario. La comunità gualdese già duramente messa alla prova dalla chiusura dell’opera salesiana, non può essere depauperata di un sostegno religioso così importante».

 

Basterà tutto questo a convincere il Padre Superiore?

 

LEGGI ANCHE: Dopo 800 anni chiude il convento dei francescani di San Marino


Manifesto di Assisi, il video integrale della giornata
24 gennaio 2020 17:24