francescanesimo

L'apparizione di San Francesco la guarisce in punto di morte

Gelsomino Del Guercio

Il prodigio del Poverello di Assisi su una giovane fanciulla di Ancona fu scambiato per un intervento demoniaco

Fu scambiato per un intervento demoniaco, la guarigione prodigiosa di San Francesco ad una giovane fanciulla di Ancona. A documentare l’episodio è il “Trattato dei miracoli” di Tommaso da Celano, biografo ufficiale del Poverello di Assisi.

IL FATTO
Si era desistito dalle cure di una fanciulla di Ancona, ormai sfinita da malattia mortale, e già si facevano i preparativi per il suo trapasso e per i funerali.
A lei, ormai giunta all'ultimo respiro, si presenta il beato Francesco, e le dice: "Confida, figlia, perché per mia intercessione sei del tutto sanata. E tu non rivelerai a nessuno la sanità, che ti restituisco, fino a sera ".

LEGGI ANCHE: San Francesco e il miracolo di Capua: così ha resuscitato un bambino morto

SI ALZA DAL LETTO
Giunta la sera, la fanciulla si alzò sul letto all'improvviso, facendo fuggire i presenti, impauriti.
Essi credevano che un demonio si fosse impadronito del corpo della morente, e che, mentre l'anima si allontanava le fosse succeduto uno spirito malvagio. La madre ebbe il coraggio di correrle vicino e facendo molteplici scongiuri contro il demonio, poiché pensava si trattasse di quello si sforzava di coricarla sul letto.
Ma ad essa la figlia disse: "Per carità, mamma, non credere che sia il demonio, giacché all'ora terza il beato Francesco mi ha guarita, ordinandomi di non dirlo a nessuno fino ad ora".

LEGGI ANCHE: Sette prodigi di San Francesco su persone strappate alla morte

TUTTO VESTITO DI BIANCO
Il nome di Francesco divenne causa di meravigliosa letizia per coloro che il timore del demonio aveva fatto fuggire via. Invitarono poi la fanciulla a mangiare carne di gallina, ma essa rifiutò di mangiare, essendo tempo della Quaresima maggiore: "Non temete! - disse -. Non vedete san Francesco tutto vestito di bianco? Ecco, egli mi proibisce di mangiar carne, perché è Quaresima, e mi ordina di offrire la veste funebre ad una donna che sta in carcere. Guardate ora, guardate e vedete che si sta allontanando! ".

LEGGI ANCHE: Non credeva alle stimmate di San Francesco e ne viene colpito anche lui

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA