fede

SAN FRANCESCO, SCACCO ALLA MORTE. 

Enzo Fortunato

San Francesco e il suo canto dell’eternità, scacco matto alla morte

“Lodato sii, mio Signore, per sorella nostra morte corporale, dalla quale nessun uomo vivente può scappare: guai a quelli che morranno nei peccati mortali; beati quelli che troverà nelle tue santissime volontà, ché la morte seconda non farà loro male” 

E' con san Francesco che la morte non è più vista come nemica ma come sorella. E' lo scacco alla morte del poverello che ci avvicina alla punta massima della vita e spalanca l'entrata all'abbraccio più bello che l'uomo desidera: l'abbraccio con il padre dell'eternità.

Attraverso il Cantico delle Creature, dove il Poverello di Assisi chiama tutti fratello e sorella  abbiamo chiAra la percezione la paternità di Dio per ogni uomo della terra.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA