cultura

Mantova vara le isole galleggianti a forma di loto

Redazione online La Repubblica

Dopo il successo di The Floating Piers, un altro lago lombardo si trasforma in una galleria d’arte a cielo aperto.

Sul Lago Inferiore di Mantova è apparsa una serie di bianche isole galleggianti che ricordano i fiori di loto e che nei prossimi mesi ospiteranno concerti, conferenze, proiezioni e spettacoli teatrali dedicati al rapporto della città con l’acqua: è l’Arcipelago di Ocno, un’installazione dell’architetto Joseph Grima.

Il nome deriva dalla mitologia, secondo cui Ocno era un semidio figlio dell’indovina Manto e del dio del fiume che edificò, in onore della defunta madre, una città sul Mincio, là dove si erano rifugiati dopo che il padre fu richiamato a vivere tra i suoi simili.

L’obiettivo dell’arcipelago è trasformare il lago in un punto chiave della vita urbana, ospitando alcuni appuntamenti di Mantova Capitale Italiana della Cultura. Il primo evento è un concerto dell’Orchestra da Camera di Mantova diretta da Umberto Benedetti Michelangeli. (La Repubblica)

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA