attualita

Frati Minori di Sicilia: il primo si di Fra Antonino

Fra Pè http://www.messinaora.it/

“La Regola e vita dei frati minori è questa, cioè osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo” 

“La Regola e vita dei frati minori è questa, cioè osservare il santo Vangelo del Signore nostro Gesù Cristo”. Così inizia la Regola del 1223 scritta da Francesco d’Assisi per i suoi frati, cioè per coloro che vogliono vivere una vita all’insegna della fraternità che lo stesso Poverello considera un dono.  Ed è la fraternità che aiuta a vivere il santo Vangelo  in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità, consigli evangelici che ancora oggi tanti uomini e donne che scelgono la via della perfezione evangelica cercano di vivere con l’aiuto dello Spirito Santo. Uno stile di vita ad imitazione di Cristo povero, che Francesco di Assisi ha trasmesso a migliaia di giovani dal 1209 sino ad oggi, sino ad arrivare a noi. Ed è proprio a Barcellona Pozzo di Gotto che qualche giorno fa, 13 giovani frati hanno rinnovato la professione religiosa per continuare la loro formazione umana, francescana e teologica presso il Santuario di Lourdes a Messina, frequentando la Facoltà teologica San Tommaso dai Padri Salesiani, per conformarsi come il poverello d’Assisi sempre di più a Cristo riconoscendolo in ogni fratello, in maniera particolare nei lebbrosi di oggi.  

Giovani frati che a breve verranno raggiunti a Messina da Fra Antonino Viola che ha professato per la prima volta la regola dei Frati Minori nelle mani del Ministro Provinciale Fra Antonino Catalfamo.

Fra Antonino Viola 22 anni, ha sempre frequentato la Parrocchia di Santa Maria di Gesù di Alcamo sua città natale, retta dai frati minori. Dopo il diploma al tecnico commerciale, Antonino inizia a fare discernimento a Chiaramonte Gulfi, dove i Frati Minori di Sicilia accolgono coloro che sono in ricerca vocazionale. In questo luogo  dove i giovani vengono aiutati a capire la volontà di Dio, Antonino ha maturato la sua vocazione scegliendo di entrare prima in postulato e successivamente in noviziato. Finito il cosiddetto anno della prova indossando il saio francescano, il giovane alcamese ha scelto di servire il Signore nella famiglia francescana.  

Altri giovani frati invece iniziano a prepararsi ad emettere la professione solenne, pronunciando il si definitivo al Signore: il 17ottobre Fra Antonio Timpanaro, Fra Michele Mazzola, Fra Nino Ducato e Fra Carmelo Iabichella. Il 5 Gennaio Fra Carmelo D’Antoni e Fra Dieudonè Laho. 

In un mondo dove regna il relativismo e l’odio cerca di fare da padrone, ci sono giovani che scelgono di essere strumenti di verità, per trasmettere amore e pace, annunciando il Vangelo che hanno professato con la vita pronunciando quel SI che rinnovano quotidianamente.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA