NOTIZIE > ofmondo

Giovani frati dell'Africa ad Assisi, Padova e Roma



Di nuovo l'Ordine dei Cappuccini ha fatto possibile che giovani frati dell'Africa hanno potuto prender parte nel corso di formazione permanente, facendo esperienza di “prima mano” nelle realtà francescane d'Italia.

Di norma si tratta di frati nei loro primi 5 anni dall'ordinazione sacerdotale oppure professione solenne per i fratelli religiosi.

Lo scopo principale di questa esperienza è di far conoscere alle nuove generazioni dell'Ordine lo spirito e la storia del francescanesimo che ebbe i suoi inizi nel secolo XIII. In Africa al tempo d'oggi i Cappuccini sono presenti in 7 paesi: Zambia/1930, Ghana/1979, Kenya/1984, Tanzania/1988, Uganda/2001, Burkina Faso/2001 e nel 2008 la Provincia di Zambia ha aperto una nuova missione nel Malawi.

Le vocazioni all'Ordine stanno crescendo esponenzialmente (tutta la formazione iniziale è in comune). I novizi sono 20 in due Noviziati di Ndola/Zambia e Saltpond/Ghana; frati studenti sono quasi 80: Filosofia nel Centro Interfrancescano a Lusaka/Zambia, Teologia nel Collegio Interreligioso a Nairobi/Kenya). Quasi tutti i formatori oggi sono Africani, e certamente hanno urgente bisogno di una solida e francescana formazione permanente, per poter poi formare bene le nuove vocazioni.

Il Corso si è tenuto nei tre luoghi, i più importanti per gli inizi dell'Ordine Francescano - Assisi, Padova e Roma - dal 31 maggio al 20 giugno 2010. I 9 partecipanti provenivano dalle Missioni di: Zambia/Provincia, Ghana/Custodia, Kenya/Custodia, Tanzania/Custodia.
br>L'organizzazione del Corso era sotto la cura dell'Assistente generale per Afcof, con l'aiuto di vari frati, che hanno offerto il loro valido contributo (di spiritualità, di storia e di apostolato) presentando l'origine dell'esperienza francescana come pure le attuali sfide davanti alle quali si trova l'Ordine.

Tra i numerosi incontri svolti in questi 20 giorni, il gruppo ha avuto l'incontro con lo stesso Ministro generale nel convento di Santi Apostoli/Roma; Egli ha invitato i giovani frati africani a fare lo sforzo di tradurre il carisma di San Francesco nel loro multiculturale ambiente d'Africa.

I frati Africani dopo aver trascorso questa importante esperienza ringraziano vivamente il Ministro Generale e tutto Ordine, e principalmente le Comunità nelle quali erano ospitati (Assisi/Rivotorto, Padova/San Massimo, Roma/Seraphicum) per la loro gentile e molto fraterna accoglienza e per la testimonianza della vita e carisma francescano.

Per quasi tutti di essi, questa era la prima volta che hanno potuto venire in Europa (forse per alcuni l'unica…) e sono ripartiti con una eccellente impressione che l'Ordine è veramente una Famiglia, che è non solo internazionale ma fortemente multiculturale. (fraticappucini.it)



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrĂ  mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalitĂ  riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits