religione

Un Mercatino per la clinica in Etiopia: l'evento dei Cappuccini di Imola

Gelsomino Del Guercio Freepik

Una mano lunga fino a Duga, nel cuore dell'Etiopia. E' quella che tendono i Frati Cappuccini di Imola. Nella città romagnola, a partire dal 19 agosto, è in corso una importante iniziativa di beneficenza con la regia dei frati. 

Si tratta del Mercatino, che si svolge presso il centro missionario dell’ordine, in via Villa Clelia. Fino al 31 agosto, il mercatino sarà aperto dalle 15 alle 18.30 dal lunedì al venerdì, mentre il sabato è prevista un’apertura straordinaria dalle 10 alle 12. Oggetti d’antiquariato, mobili, curiosità e un’economia del riuso che aiuta in modo concreto un’importante realtà.

6000 VISITE, 3000 ESAMI

Lo scopo umanitario è di sostenere, migliorare ed ampliare l’importante centro clinico di Duga in Dawro Konta, nel sud ovest dell’Etiopia. La clinica è punto di riferimento per gli abitanti di una vastissima area, tanto che nel 2018 sono state effettuate circa 6.000 visite e 3.000 esami.

Il ricavato del mercatino dei cappuccini servirà per fornire nuove strumentazioni alla struttura, formare nuovi operatori sanitari e garantire i rifornimenti di medicine.

LEGGI ANCHE: I frati Cappuccini in missione nella Repubblica Centrafricana

"CHI LA DUGA, LA VINCE"

«Qual è il progetto 2019? - si legge sul sito ufficiale del Mercatino, www.centromissionario.it - Con il ricavato del mercatino i volontari sosterranno la piccola ma preziosa clinica di Duga, il cui responsabile è padre Raffaello Del Debole, missionario in Etiopia da più di cinquant’anni. Più info sul progetto 2019 le potete trovare qui.

E il titolo? Come da lunga tradizione il titolo è scherzoso ma vuol anche aiutare a riflettere: “Chi la Duga la vince”, sulla falsa riga del famoso “chi la dura la vince”, vuol significare che chi aiuta la clinica di Duga vince nella solidarietà!».