religione

Francesco ieri e oggi. Cento anni di comunicazione e cultura francescana

Antonio Tarallo Redazione Rivista San Francesco

Il valore dell’immagine in San Francesco 

San Francesco parla al mondo d’oggi, così come ieri. E’ l’eternità dei grandi, e il santo di Assisi era davvero grande. E’ davvero grande. La mostra "Francesco ieri e oggi. Cento anni di comunicazione e cultura francescana" fa riflettere - e non poco - su come il passato possa coniugarsi perfettamente con il presente. 

Viviamo non solo di parole, ma soprattutto di immagini. Nello sguardo di Francesco, converge quello di dodici fotografi: guardano al mondo di oggi, pur non dimenticando quello di ieri. Giotto e Francesco, Giotto e dodici fotografi: questa straordinaria mostra presenta al pubblico un viaggio - nuovo, originale, fuori dal comune - nella spiritualità francescana, attraverso le foto di questi grandi artisti dell’immagine. “Le immagini non sono figlie della realtà, ma sono figlie dell’uomo. Casomai sono nipoti della realtà. E sono parenti di Dio”. E’ Leonardo da Vinci a descrivere  - con queste parole  - la potenza evocativa delle immagini. La fotografia ci ha sempre parlato - dalla sua nascita a metà-fine dell’Ottocento - di storie, volti, occhi e corpi. E’ tutto l’umano e il suo animo, a interessare il fotografo. Così è stato per San Francesco che osservava la realtà non solo ecclesiale, ma soprattutto sociale del tempo in cui è vissuto. E lo guardava con gli occhi di Dio. 

Le foto rappresentano la memoria, il ricordo e - nel loro fermo immagine - rappresentano frammenti di esistenza. “Francesco ieri e oggi. Cento anni di comunicazione e cultura francescana" riesce a coniugare due termini che mai come oggi dobbiamo riscoprire e approfondire: comunicazione e cultura. Comunicazione equivale a condivisione. Cum-dividere: cosa? Francesco condivideva il pane con i fratelli, nel mondo di oggi avrebbe condiviso oltre al “Pane disceso dal Cielo”, le informazioni, le parole, le idee attraverso i social. Social che regalano, soprattutto immagini. Cultura: è il trionfo di Giotto e dei suoi colori, delle sue forme dedicate - nella Basilica Superiore di Assisi - al Santo Poverello. 

Sono cento anni di comunicazione e condivisione della rivista San Francesco patrono d’Italia: cento anni che hanno raccontato e vissuto la spiritualità francescana grazie al mezzo stampa e al web, luogo, agorà d’obbligo per il nostro mondo contemporaneo. Nell’agorà greca ci si incontrava, si parlava, si dialogava soprattutto: così avviene oggi, a distanza di secoli.  "Francesco ieri e oggi. Cento anni di comunicazione e cultura francescana" dimostra come solo grazie al dialogo sia possibile fare cultura. L’impegno della rivista è - appunto - quello di coltivare il vasto terreno della storia e della visione francescana, servirla in humilitate, come direbbe lo stesso San Francesco. Dopo l’iniziativa “Parole povere” - che sta riscontrando in qualunque piazza d’Italia un successo e un apprezzamento di pubblico eccezionale - la mostra diviene una delle più importanti tappe per il centenario della rivista. Dopo quelle “parole povere”, ora le immagini. Il Verbo si fece Carne. E anche immagine. 

 

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA