religione

Concistoro, i titoli e le diaconie vacanti

Marco Mancini Daniel Ibanez CNA

Il Papa assegnerà ai 13 nuovi cardinali una chiesa di Roma, come segno di vicinanza

Durante il prossimo concistoro il Papa assegnerà ai 13 nuovi cardinali una chiesa di Roma - titolo presbiterale o diaconia - come segno di vicinanza alla sollecitudine pastorale del Pontefice nell’Urbe. Al momento sono 9 i titoli presbiterali vacanti, mentre sono 13 le diaconie che non hanno un titolare. Nulla, ovviamente, vieta al Papa di istituire nuovi titoli o diaconie oltre a quelli già in essere.

I titoli presbiterali finora vacanti sono: Sant’Alberto Magno, vacante dalla morte del Cardinale Soter Fernandez il 28 ottobre scorso; Santi Ambrogio e Carlo al Corso, il cui ultimo titolare è stato il Cardinale Dionigi Tettamanzi, deceduto nel 2017; San Clemente, vacante dal 2 settembre scorso per la morte del Cardinale Adrianus Simonis; San Giovanni a Porta Latina, che era stato assegnato al Cardinale Renato Corti; San Luigi Grignion de Montfort, vacante da un anno per il decesso del Cardinale Serafim Fernandes de Araujo; Santi Nereo e Achilleo, vacante dal 2018 dopo l’espulsione dal Sacro Collegio del Cardinale McCarrick; Sant’Onofrio, vacante dal 2015 dopo la morte del Cardinale Carlo Furno; San Sisto, che fu assegnato al Cardinale Jaworski e Santa Sofia a Via Boccea, titolo presbiterale del Cardinale Husar.

Le 12 diaconie che sono senza titolari sono invece Gesù Buon Pastore alla Montagnola, il cui titolare ultimo è stato il Cardinale Velasio De Paolis;  Sant’Angelo in Pescheria, vacante da un anno dopo la morte del Cardinale Elio Sgreccia; Sant’Apollinare alle Terme Neroniane-Alessandrine, che fu assegnata al Cardinale Jean-Louis Tauran; San Benedetto fuori Porta San Paolo, di cui è stato titolare il Cardinale Achille Silvestrini; Santi Cosma e Damiano, vacante dopo la promozione del Cardinale Beniamino Stella all’Ordine dei Vescovi; San Filippo Neri in Eurosia, vacante dal 2017 dopo la morte del Cardinale Attilio Nicora; Santa Maria Ausiliatrice a Via Tuscolana, il cui ultimo titolare è stato il Cardinale Paolo Sardi; Santa Maria Goretti, vacante dopo la morte del Cardinale Prosper Grech; Santa Maria in Cosmedin, vacante dal 1967 quando il Cardinale Francesco Roberti venne promosso all’Ordine dei Presbiteri; Santa Maria in Domnica, vacante dal 2019 dopo la morte del Cardinale William J. Levada; San Nicola in Carcere, il cui ultimo titolare è stato il Cardinale Zenon Grocholewski; Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano, vacante dal 2018 in seguito al decesso del Cardinale Dario Castrillon Hoyos e Santi Urbano e Lorenzo a Prima Porta, vacante da quasi 4 anni dopo la morte del Cardinale Gilberto Agustoni. (Acistampa)

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA