Il canto di lode di San Francesco. Giovanni Allevi sul palco del "Cortile"

Redazione sanfrancesco.org

“Chi canta, prega due volte”, così Sant’Agostino nella sua massima, ormai citata innumerevoli volte per non si sa quanti discorsi, a volte, utili, a volte meno. Stasera, alle 21,00, sul palcoscenico de “Il Cortile di Francesco”, è salito il pianista e compositore Giovanni Allevi. Ha aperto l'incontro "Tra parole e musica" con il brano "Aria".

C’è un legame di non poco conto tra il canto, la musica, e – quindi – la lode. Perché il canto è lode, esaltazione della propria anima. Il canto diviene musica, una musica interiore che San Francesco viveva nella sua missione. Una musica che lo avvicinava a Dio, e così a tutte le creature. E’ lo stesso Cantico di San Francesco a darci un esempio lampante di tutto questo dialogo, potremmo definire – appunto – musicale, che si sviluppava tra le corde dell’anima. Corde che tanto ricordano la parola latina “cor”, “cordis”, che traduciamo con la parola cuore.

E dal cuore nascevano le parole di San Francesco. Il cuore, motore del tutto. Quello che era importante per il Santo di Assisi era il dialogo d’Amore tra Dio e gli Uomini, e questo nasceva nella semplicità di una “canzone”.

E sono proprio le note composte ed eseguite da Giovanni Allevi, a essere le protagoniste della serata che Assisi vive sul palcoscenico del “Cortile di Francesco”.

Le parole e le note, queste sono le maggiori componenti di una canzone. E noi stasera le ascoltiamo con attenzione, pensando a quel santo poverello di Assisi, che proprio con queste, comunicava grazie all’“in-contro” con le persone, il Messaggio del Vangelo, di Bellezza e Bontà. Il Mondo di oggi ha bisogno di questo. Ora. Sempre di più.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA