Lettere al direttore

SE MIO PADRE POTESSE STARE ACCANTO MIA MADRE

Redazione ANSA/ MAURIZIO DEGL INNOCENTI

Caro Enzo,

il direttore dei servizi funebri del cimitero di Roma mi ha comunicato che se non ritiro la cassetta con le ossa di mio padre verranno messe nella fossa comune. Vorrei tanto portarle vicino a quelle di mia madre, ma non ho i soldi per poterlo fare. Scrivo poesie e mi piacerebbe collaborare con la vostra bella rivista per poter pagare questo trasferimento. Non chiedo doni, ma la possibilità di potermi guadagnare i soldi  di cui necessito.

Spero tu possa leggere questo mio appello. Gesù ti doni ogni bene. Ricordami al Santo Francesco.

Marco (ROMA)


Ciao Marco, i familiari sono la cosa più cara che abbiamo al mondo e desiderare di farli riposare vicino è una bellissima cosa. Ho girato la tua richiesta alla nostra Caritas che spero possa aiutarti a esaudire il tuo desiderio e ricordati che come hai scritto tu: "il volto della misericordia è sempre giovane (Papa Francesco)".

Grazie mille e inviaci le tue poesie ci fa molto piacere

Un caro saluto di pace e bene

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA