fede

Sant'Angela da Foligno, la sua storia si svolge nell’Umbria di Francesco e Chiara

REDAZIONE FAMIGLIA CRISTIANA https://www.assisiofm.it/

La sua storia si svolge nell’Umbria di Francesco e Chiara, i cui seguaci avevano dato vita a forme nuove di spiritualità penitenziale destinate ad espandersi nella seconda metà del secolo XIII. Angela nasce ne 1248 da una famiglia benestante. I biografi ce le descrivono come una bella donna, non priva di ambizioni femminili, che nel 1285, colpita dal caso di un suo concittadino che aveva lasciato tutti i suoi beni per scegliere la povertà, fa voto di vivere nel modo più umile possibile e in castità perpetua. In breve tempo le muoiono marito, figli e mamma, e lei vende tutti i suoi beni (possedeva terreni e palazzi), distribuendone il ricavato ai poveri, e si fa terziaria francescana nel 1291. Durante una visita alla basilica superiore di Assisi, cade in ginocchio e comincia a gridare parole incomprensibili e ad agitarsi. Poi il suo confessore metterà per iscritto, traducendo parola per parola in latino, quanto Angela espone: nasce così il Memoriale o Diario in cui la beata racconta la propria esperienza. Da quel momento si alternano visioni estatiche e prove fisiche, agguati diabolici e ostacoli di ogni genere al suo incontro con Gesù. Contemporaneamente attorno a lei si va formando un folto gruppo di ammiratori e la sua fama varca i confini dell’Umbria: anche dall’estero ci si rivolge a lei per chiarimenti, consigli, per sciogliere dubbi, per trovare conforto nel dolore. Frutto di questa attività apostolica sono le sue Istruzioni salutifere e le Lettere. Per celeste rivelazione le fu dato di conoscere in anticipo che stava per chiudersi la sua giornata terrena e per questo volle lasciare ai suoi figli spirituali un testamento sotto forma di lettera che sintetizza con chiarezza e profondità il suo insegnamento. Morì il 4 gennaio 1309, ma i suoi scritti sono pagine di Vangelo vissuto che hanno mantenuto intatta la propria vitalità. Il 9 ottobre 2013 papa Francesco l’ha proclamata santa.