esteri

Inondazioni in Sud Sudan e Somalia, Chiesa in aiuto degli sfollati

Redazione

È emergenza umanitaria in Sud Sudan e in Somalia dopo le forti inondazioni che hanno colpito i due Paesi africani tre giorni fa.

Danni a culture e allevamenti
Raccolti danneggiati, allevamenti inondati, mancanza di assistenza, difficoltà di accesso ad acqua sicura e servizi igienico sanitari, questa è la situazione in molte aree che sta aggravando la già preesistente malnutrizione dei bambini e rischia di causare un ciclo mortale di malattie legate all’acqua molto veloci a diffondersi.

Circa 700mila bambini bisognosi di assistenza
Secondo i dati diffusi dall’Unicef hanno bisogno di assistenza 490mila bambini sud-sudanesi e circa 200mila minori somali. L’Agenzia per l’infanzia delle Nazioni Unite sta già rispondendo ai bisogni primari sula campo e ha lanciato un appello per un aiuto internazionale da almeno 10 milioni di euro. Sono in via di distribuzione 4,8 tonnellate di aiuti, 33.000 kit igienici e medicine per l’eventuale cura di almeno 90mila persone colpite da diarrea. Sono inoltre distribuite pastiglie per potabilizzare l’acqua e diversi team sono sul terreno per diffondere porta a porta informazioni sanitarie.

Interrotta l’istruzione
In diverse zone del Sud Sudan è poi a rischio il servizio scolastico. Circa 90.000 bambini non possono andare a scuola perché le classi sono inondate, gli insegnanti sono sfollati e le scuole sono utilizzare come rifugi. L’Onu sottolinea che in questo modo i minori stanno perdendo anche spazi sicuri che li proteggano da sfruttamento e abusi.

In Somalia migliaia di sfollati
Istruzione interrotta anche per migliaia di bambini in Somalia dove le inondazioni hanno colpito soprattutto le località di Belet Weyne, Berdale, Baidoa, Jowhar e Mahadaiin. Migliaia di famiglie sono state costrette a lasciare le proprie case e rifugiarsi su terreni più alti.

Soccorsi della Chiesa nelle aree più remote
Scuole cattoliche messe a disposizione come rifugio e distribuzione di teli e zanzariere. In questo mondo la Chiesa del Sud Sudan sta aiutato le popolazioni in sofferenza per le alluvioni, come racconta a Vatican News suor Elena Balatti, della provincia comboniana del Sud Sudan e membro del locale network della Radio cattoliche. Leggi qui l'intervista a suor Elena Balatti 

Marco Guerra - Vatican News