attualita

Sri Lanka, Frati Assisi: il nostro dolore

redazione Ansa EPA/M.A. PUSHPA KUMARA

"La comunità francescana di Assisi è attonita dinanzi all'immane tragedia che colpisce i cristiani in Sri Lanka e in diverse parti del mondo. Oggi per molti andare in chiesa è un atto di indomito coraggio".

 Lo afferma all'ANSA padre Enzo Fortunato, direttore della rivista 'San Francesco', di ritorno da Mosul, Iraq, "dove i cristiani sono ancora perseguitati e sono stati decimati". "In Sri Lanka - sottolinea padre Fortunato - viene colpita non solo la comunità cristiana ma anche la pacifica convivenza tra fedi e culture diverse. Le chiese sono diventate un bersaglio in molti luoghi: Egitto, Pakistan, Nigeria, Iraq da dove sono appena tornato. I cristiani diventano i nuovi martiri: pensavamo fosse una pagina della Chiesa nascente ma oggi questo martirio continua, e insieme ai cattolici anche altre realtà vengono messe alla prova". Per il francescano "la comunità internazionale è chiamata ad agire in fretta perché tutto questo non diventi una escalation senza controllo". "Non è possibile morire andando in chiesa. Eppure - conclude - i cristiani testimoniano non altro che l'amore". (ANSA).


Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA