NOTIZIE > attualita

DALLA PUGLIA CON SAN FRANCESCO PER EVANGELIZZARE IN ALBANIA

Dopo la caduta del comunismo hanno ricostruito i conventi e oggi la loro presenza è diffusa in tutto il Paese

di Redazione online

Una missione fiorente in un Paese avvolto ancora da povertà nonostante si trovi nel cuore dell'Europa e sia separato dall'Italia da una lingua di mare.

 

ANTICHISSIMA MISSIONE

In Albania i frati francescani sono presenti con diverse Province e attività. L'approdo nel Paese è addirittura tra i più antichi al mondo. Ad esempio la Provincia Albanese della Beata Vergine Annunziata risale al 1240. Nel territorio nazionale sono dislocati diversi conventi ricostruiti a seguito della caduta del comunismo ad opera dei Confratelli dell'Albania con l'aiuto delle altre Provincie dell'Ordine di ogni parte del mondo.

 

CANONIZZAZIONI IN CORSO

Il proficuo lavoro svolto da alcuni frati, in questo periodo, ha portato all'apertura del processo di Canonizzazione di quaranta tra sacerdoti diocesani e religiosi Albanesi, di cui nove Frati Minori.

LA NUOVA CHIESA DI JARU

Un impegno significativo è quello che offrono i frati minori conventuali. Un anno, l'8 novembre 2014, è stata consacrata la nuova chiesa di Jaru, nella provincia di Fier, in Albania, dove i francescani conventuali, frati della Custodia provinciale di Slovacchia, sono presenti come missionari dal 2008.

 

PREGHIERE NEI BUKER

La nuova chiesa fa parte della parrocchia dell’Immacolata di Fier, ed è stata dedicata a Santa Maria, Regina degli Angeli. Il villaggio di Jaru, nato dopo il comunismo con i cattolici che sono arrivati dal nord dell’Albania. Prima c'era nel luogo una zona militare con tanti bunker. La chiesa a Jaru nasce dopo 14 anni di preghiera nel bunker.

 

I FRATI PUGLIESI

Molto attiva è anche la missione dei Frati Minori della Puglia, con fra' Matteo Di Seclì, frate della provincia religiosa di Puglia, che da circa un anno è impegnato come missionario in quella terra e vive al convento di Nenshat, insieme ad un altro gruppo di francescani. Tra i luoghi dove operano i frati pugliesi, figurano il convento di Scutari, e il santuario di Sant’Antonio di Padova, posto in cima ad una collina nei pressi della cittadina di Laç e meta di pellegrinaggio di diverse confessioni religiose.

 


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits