religione

Padre Piemontese Vescovo di Terni. Il primo Custode del Sacro Convento dopo due secoli

Roberto Pacilio

Un uomo saggio, buono e retto alla guida diocesi di Terni. Padre Piemontese, Custode emerito del Sacro Convento di Assisi, viene nominato vescovo nel giorno stesso in cui Mons. Vincenzo Paglia entrò nella stessa diocesi. L'ultimo custode del Sacro Convento divenuto vescovo è stato p. Bonaventura Zabberoni, nel 1825. Siamo sicuri che i valori che lo hanno sempre guidato nel suo cammino anche in questa nuova missione lo contraddistingueranno, perchè da tutti riconosciuto come uomo di Dio, uomo accanto agli ultimi, uomo vicino alle speranze e alle gioie delle persone che incontra.

Una felice coincidenza. Padre Bonaventura è stato custode al tempo del ritrovamento del corpo di San Francesco (12 ottobre 1818) e della realizzazione dell'attuale tomba (iniziata il 26 settembre 1822 e portata a termine nel marzo dell'anno successivo), mentre Piemontese da custode ha guidato con saggezza la ricognizione dei compagni di San Francesco il 14 febbraio 2013 nel transetto destro della Basilica Inferiore.

Al Sacro Convento con la sua lungimiranza ha saputo porre fine ad una controversia sulla proprietà della piazza inferiore della Basilica di San Francesco che durava dai Patti Lateranensi. Al Sacro Convento ha accolto con la sua semplicità pellegrini, poveri, leader religiosi, potenti e uomini di buona volontà. A Terni la tradizione francescana lo aiuterà a vivere in pienezza l'Evangelii Gaudium di Papa Francesco.


Padre Mauro Gambetti: 'Con grande gioia la fraternità del Sacro Convento ha appreso dell'odierna elezione di padre Piemontese'
Con grande gioia la fraternità del Sacro Convento ha appreso dell'odierna elezione di p. Giuseppe Piemontese a Vescovo della Chiesa che è in Terni – Narni – Amelia.
Con fedeltà e passione p. Giuseppe ha servito per quattro anni la comunità francescana che custodisce le spoglie di San Francesco come Custode generale ed ora, secondo l'insegnamento del nostro Serafico Padre, ha risposto affermativamente ad una nuova “chiamata” che il Signor Papa gli ha rivolto.

P. Giuseppe è stato scelto per servire il popolo di Dio stringendosi sempre più a Gesù Cristo Buon Pastore, che è venuto "per dare la propria vita in ricattto per molti". Mentre ci rallegriamo e rinnoviamo la nostra riconoscenza per quanto ha fatto per noi, fin d'ora affidiamo al Poverello di Assisi la nuova missione che gli è stata chiesta e i fedeli della Sua Diocesi.

Padre Mauro Gambetti
Custode del Sacro Convento

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA