NOTIZIE > lettere_direttore

INCORAGGIARE IL POSITIVO CHE E' IN NOI

INCORAGGIARE IL POSITIVO CHE E' IN NOI


Carissimo Padre Enzo,

ho avuto il piacere di conoscerla durante i miei pellegrinaggi ad Assisi.

Ho letto molte volte le lamentele fatte per la poca attenzione dei frati in Basilica. Volevo che anche la voce di chi ha avuto esperienze positive fosse condivisa. Quando io e mio marito veniamo a pregare sia alle lodi che ai vespri ci fate sentire parte di VOI e in questi anni ho avuto la fortuna di conoscere soprattutto frate Loreto che nonostante tutti gli impegni in Basilica  ha sempre trovato il tempo per una preghiera o un consiglio... Anche lei Padre ci ha accolti senza fare distinzioni di ruolo o importanza (come i protagonisti del suo libro!!!!). Questa bella esperienza ha contagiato i nostri figli che hanno deciso di fare il cammino di San Francesco arricchendoli spiritualmente. Come mamma posso solo ringraziare San Francesco che ho sentito molto vicino nei momenti di difficoltà e quando preghiamo con voi, io e mio marito ci sentiamo ad un "passo" da LUI. GRAZIE. Giusy

 


Carissima Giusy,

la tua lettera, oltre ad incoraggiarci nel cammino, pone al centro una grande questione: soffermarsi  sulle cose positive, guardare le cose positive, incoraggiare il positivo di ogni persona. E' San Francesco a proporci una bella pagina nello Specchio di Perfezione, che ho avuto già modo di presentare ai nostri lettori, ma che riporto volentieri: al Santo fu chiesto di descrivere il frate perfetto ed egli volle rispondere che sarebbe stato un buon frate minore colui che avesse riunito in sé le attitudini di tutti i suoi santi frati: la fede di Bernardo; la semplicità e la purità di Leone; la cortesia di Angelo; l'aspetto attraente e il buon senso di Masseo; la mente elevata nella contemplazione di Egidio; la virtuosa incessante orazione di Rufino; la pazienza di Ginepro; la robustezza fisica e spirituale di Giovanni delle Lodi; la carità di Ruggero. Questo dovrebbe essere il cammino che siamo chiamati a percorrere: quello del disinquinare l'aria che respiriamo, mettendo insieme tutte le qualità possibili al servizio del prossimo.

Un caro saluto di pace e bene

 



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits