NOTIZIE > fede

Papa Francesco: Parrocchie eliminino le liste dei prezzi dei sacramenti. Basta chiedere soldi per battesimi e messe

di Redazione online
Papa Francesco: Parrocchie eliminino le liste dei prezzi dei sacramenti. Basta chiedere soldi per battesimi e messe
Credit Foto - ANSA

"Quante volte vediamo che entrando in una chiesa ancora oggi c'è lì la lista dei prezzi: per il battesimo, la benedizione, le intenzioni per la messa. E il popolo si scandalizza". Sono parole di Papa Francesco nell'omelia della messa alla Domus Santa Marta. "Le Chiese - ha scandito il Pontefice - non diventino mai case di affari, la redenzione di Gesù è sempre gratuita". "Io penso - ha spiegato - allo scandalo che possiamo fare alla gente con il nostro atteggiamento, con le nostre abitudini non sacerdotali nel Tempio: lo scandalo del commercio, lo scandalo delle mondanità".



Francesco ha fatto sentire forte il suo anatema nei confronti della Chiesa affarista. Una Chiesa che pensa solo a fare affari fa "peccato di scandalo". Poi il Pontefice ha commentato il Vangelo in cui Gesù caccia i mercanti del Tempio perché hanno trasformato la casa di preghiera in un covo di ladri. "La gente buona andava al tempio; cercava Dio, pregava ma doveva cambiare le monete per fare le offerte". Come di consueto il Santo Padre ha riferito di un episodio a cui ha assistito appena era stato fatto sacerdote: "Ero con un gruppo di universitari e una coppia di fidanzati volevano sposarsi. Erano andati in una parrocchia ma volevano farlo con la messa e lì, il segretario parrocchiale ha detto 'non si può' perché ci sono altri turni".



Di fronte all'insistenza della coppia che voleva celebrare il matrimonio con una messa, ha riferito Papa Francesco, quel segretario di parrocchia ha intimato loro 'pagate due turni'. E per sposarsi con la messa hanno dovuto pagare due turni. Questo - ha denunciato con forza Francesco- è peccato di scandalo". Un peccato talmente grande che, come ha ricordato: "Noi sappiamo quello che dice Gesù a quelli che sono causa di scandalo: 'Meglio essere buttati nel mare'".



Il comportamento denunciato da Papa Bergoglio, come ha ricordato lui stesso, investe anche i laici. "Se io vedo che nella mia parrocchia si fa questo - ha denunciato nel corso dell'omelia -, devo avere il coraggio di dirlo in faccia al parroco. E' curioso: il popolo di Dio sa perdonare i suoi preti quando hanno una debolezza, scivolano sul peccato... sa perdonare. Ma ci sono due cose che il popolo di Dio non può perdonare: un prete attaccato ai soldi e un prete che maltratta la gente". Papa Bergoglio ha spiegato perché Gesù ce l'ha tanto con i soldi: "Perché la Redenzione è gratuita. E quando la Chiesa o le Chiese diventano affariste, si dice che non è tanto gratuita la salvezza".


Redazione online

Commenti dei lettori

21-11-2014 17:02:50
Emilia
Cosa vuoi che siano 10 € in confronto ai 50 del prete del mio paese!!!!! Me li ha presi anche quando, pur avendo ordinato la messa per quel giorno, non ha neanche pronunciato i nomi dei miei morti!!!!! Si era dimenticato......ma non dei soldi!!!!!!
21-11-2014 17:08:12
Rosalba
Grazie Santo Padre di aiutarci tutti i giorni con i tuoi consigli che ci spronano alla chiarezza questo avviene anche nella mia parrocchia e mi sono sempre sentita a disagio quando mi sono trovata a pagare la messa per i miei cari defunti. Spero che le tue parole possano far cambiare le cose. Grazie di avermi ascoltata
21-11-2014 17:18:05
lucia
che dire, che x fare la comunione a mio figlio, il parroco voleva un tot x tutti in una busta chiusa (come se fosse elemosina dice il parroco, intanto voleva la tangente) e donargli propio, durante la funzione, ma io , mi sono ribellata, perchè nn potevo dargli + di tanto, e a busta aperta, le ho donato la metà della metà della metà,la cresima , pia maestra la stessa,e a quel punto nn ho dato nessuna tangente,nn le dico, se si dice, una messa in suffragio, il parroco dice e a vostra scelta, e intanto scrive nome e cognome e in fondo euro.........papa francesco dovrebbe cacciarli dalla chiesa questi elementi, che si arricchiscono dei soldi della povera gente. Ora dico, nn che io nn creda , ma nn credo a LORO , a quei preti, ( che sono tanti) che con il loro pretendere, fanno si, che la gente sia sempre di meno, in chiesa.
21-11-2014 18:07:16
Stefania
I morti si ricordano, e per chi crede si pregano, nel cuore. La gente che fa dire le messe, a pagamento o no, è come se delegasse i propri sentimenti a qualcun altro... le badanti dei sentimenti... e le vocine dentro si zittiscono...
21-11-2014 18:40:52
simona mihaela
Dobbiamo perdonare e dire la verità. Quando un nostro fratello sbaglia e il nostro dovere di portarlo su la retta via. Io sono ortodossa. Posso fare la comunione in chiesa cattolica? Vi pregò aiutatemi. Aspetto una risposta. Grazie!
21-11-2014 18:55:26
Vincenzo Di Carlo
Dalle verità pronunciate dal nostro Grande Papa Francesco si può dedurre come la Chiesa subdolamente andava perdendo la sua vera funzione a causa della distorsione della parola evangelica compiuta da moltissimi parroci. Parroci che mettono in crisi tanti fedeli col loro comportamento non da cristiani. Personalmente sono contento e molto orgoglioso di avere un Papa che vive e fa rivivere la grande forza della parola di Dio. Grazie a Dio e grazie a Papa Francesco.
21-11-2014 19:02:21
Nicola
Nella mia parrocchia gestita dai Rionini,si mantiene la parrocchia con l'offerta .E giusto ciò che dice Papa Francesco.
21-11-2014 19:17:25
Aldo
A Napoli ogni chiesa ha un'offerta che parte dai 150€ per arrivare anche ai 700€ in più devi pagare a parte il fioraio e il fotografo della chiesa....uno schifo!
21-11-2014 19:50:22
enzo
sono un credente ,ma per colpa dei preti,specie del mio parroco che fra l'altro mi ha minacciato "non metterti mai contro un parroco" mi sto allontanando dalla chiesa
21-11-2014 19:55:31
lillo
E vero la chiesa sta diventando un mercato tutte le cose sono diventate a pagamento, per colpa di qualche sacerdote avido di denaro e potere. Se devo dare una offerta la devo dare di mia spontanea volontà e nella misura delle mie possibilità e non mi deve essere imposta. In una parrocchia che conosco un certificato che prima non si è mai pagato di colpo è stata chiesta un'offerta di 10 euro. Vergogna.
21-11-2014 19:56:49
Cristina
Finalmente! E' arrivato il Padre che aspettavamo forse tutti e che finalmente ci ha ridato la voglia di sperare in qualcosa che forse avevamo dimenticato amare senza nulla in cambio! Perché pagare una tariffa già prestabilita per un battesimo, un matrimonio o peggio ancora per ricordare in preghiera facendo partecipe più persone un caro defunto! Voglio poter fare un'offerta alla mia Chiesa non un obbligo perché non tutti hanno questa possibilità! GRAZIE PAPA FRANCESCO GRAZIE DI ESISTERE!!!!!
21-11-2014 20:14:10
vincenzo
GRANDE PAPA FRANCESCO ,ma questa presa di posizione penso che non piacerà a molti preti "bastardi" sono credende, ma per colpa di alcuni preti specie il mio parroco che mi ha minacciato "non metterti mai contro un parroco" l'o mandato a fare in culo e mi sto allontanando dalla chiesa
21-11-2014 20:41:18
Carlos
Tanto vero! Ci sono tanti preti che maltrratano la gente, attacati agli regole della chiesa, che sembrano per loro più importanti della charità...
21-11-2014 20:57:20
Gaetana Vitanza
Io ho tanta paura che il Santo Padre si stia esponendo troppo. Preghiamo, come Lui stesso chiede, affinché lo Spirito Santo Gli dia di fare la volontà di Dio ed allontani da Lui tutti gli affaristi.
21-11-2014 21:07:44
Nicola
Mettiamo il punto il papa non ha detto che non bisogna fare l'offerta! L'offerta per un defunto si fà per un sacrificio a un' altro sacrificio che compie Cristo! Non bisogna dire "IO QUELLA MESSA L'HO PAGATA E' MIA"! Si sono contro anche io per i "PREZZARI" che alcuni sacerdoti espongono e/o chiedono. Oggi pomeriggio il cardinale Angelo Bagnasco ha CHIARITO "I sacramenti non sono pagati in nessun modo. Le offerte che i fedeli intendono dare in forma libera sono un modo per contribuire alla necessità materiali della Chiesa" !!!!! 1) QUINDI L'OFFERTA SI FA PER LA NECESSITA' DEL SACERDOTE. 2) PER LA NECESSITA DELLA CHIESA. 3) PER OFFRIRE UN SACRIFICIO PERSONALE SE SI TRATTA DI UN DEFUNTO. L'OFFERTA SI FA SECONDO LE PROPRIE POSSIBILITA'!
21-11-2014 21:14:19
mariella
Grande papa Francesco! ! Spero che i parroci ascoltano tutto quello che questo papa speciale dice ogni giorno e soprattutto prendono esempio da questo messaggio riferito a chi obbliga i fedeli a pagare messe x defunti, matrimoni, comunione, cresime, battesimo ecc.ecc.ecc.....tutto questo fa allontare dalla chiesa!!!
21-11-2014 21:16:37
Ludovico
E' un ulteriore, ennesima conferma che Francesco è un grande Papa. Abbiamo avuto due Papi Santi: Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Francesco forse non lo diventerà perché è troppo... uomo. Ma forse avevamo bisogno di un Papa-uomo, che ragionasse come noi, che nobilitasse l'umanità nel suo modo di essere e di agire. Se un giorno sarà Santo, ne saremo felicissimi. Intanto lo stimiamo e lo amiamo per il suo modo di essere Uomo. Francesco è padre e si comporta come un Santo Padre.
21-11-2014 21:33:31
Rosita
Come si possono mantenere le Parrocchie in modo decoroso se Vengono a mancare queste offerte I sdi glieli manda Papa FRANCESCO
21-11-2014 22:03:51
Gian Paolo Frabboni
E' incredibile. Quasi quasi vien spontaneo non credere. Sembra un'assurdità. Sono a Marzabotto e ne avevo sentito parlare solo 60 anni fa quando ero militare in terra assai lontana. Mi sembrava volessero favoleggiare. Ma dopo tanto tempo trovo incredibilmente vera questa realtà. Spero che i Vescovi locali, ora che il Vescovo di Roma si è espresso così duramente, si adoperino e trovino il coraggio per abolire questa pratica mortificante per chi la riceve e per chi deve esborsarla quasi fosse una tassa dovuta.
21-11-2014 22:15:18
Anna
Ormai tutto si paga in chiesa ... Anche il catechismo...e per non dire quando ho deciso di sposarmi... Ogni entrata in chiesa richiedeva offerte imposte.. E che offerte sono????al battesimo della mia sorellina.. Unica in quel giorno ...mio padre è stato chiamato in ufficio prima della messa... Mi deve dare un offerta di 30 euro.... Insomma cosa c è da dire di più !!!!
21-11-2014 22:15:18
Anna
Ormai tutto si paga in chiesa ... Anche il catechismo...e per non dire quando ho deciso di sposarmi... Ogni entrata in chiesa richiedeva offerte imposte.. E che offerte sono????al battesimo della mia sorellina.. Unica in quel giorno ...mio padre è stato chiamato in ufficio prima della messa... Mi deve dare un offerta di 30 euro.... Insomma cosa c è da dire di più !!!!
21-11-2014 22:28:48
Luca
Io sono d'accordo che non ci siano liste dei prezzi, ma che ci sia un'offerta libera si. Altrimenti , scusare, le spese che la parrocchia deve affrontare (bollette di luce, ecc), con quali soldi bisogna fa fronte. Sicuramente il parroco con 600 euro di sostentamento del clero (che a stento riesce a pagare la sua bolletta) non credo che possa far fronte. Allora a mio avviso, no ai listini, ma tutti corresponsabili alle spese e alle necessità della parrocchia. Passiamoci la mano sulla coscienza spendiamo migliaia di euro per i matrimoni e poi ci danno fastidio le 100, 150 euro da lasciare in parrocchia. Le cose stanno così fratelli miei. Tutti dobbiamo contribuire in base alle nostre possibilità. La parrocchia non è del parroco, lui ne ha solo la cura pastorale, parrocchia non sono le mura ma le persone, tutti dobbiamo essere corresponsabili.
21-11-2014 22:52:24
noemi
e che dire che se ti vuoi sposare nella cattedrale devi pagare 800 euro!!!!! forse DIO a lasciato il sacramento a pagamento?per fare la comunione ai miei figli ho dovuto fare la busta con 100 euro e minacciati !chi non metteva la busta diceva il nome sul'altare.cosa penso? che non dobbiamo mai perdere la nostra fede,DIO c'e e ci fa vedere ogni giorno la sua grandezza.amoDIO al di sopra dogni cosa,ma se fosse per i falsi sacerdoti e i falsi vescovi saremmo tutti atei.sei grande papa francesco,grazie d'esistere
21-11-2014 23:42:10
Stefania
Non tutti i sacerdoti hanno il listino prezzi, il mio ,quando gli ho chiesto quanto dovevo per una Messa di suffragio, mi ha risposto di dare un offerta a piacere..E ultimamente dopo l'omelia domenicale ha detto che tutte le offerte raccolte durante i funerali verranno messe da parte per aiutare i bisognosi della parrocchia :in primis gli ammalati che non possono permettersi di pagare medicine o quant'altro non passa l'USL....E' un sacerdote giovane ma con una vera e genuina vocazione, tutti noi parrocchiani rendiamo Grazie a Dio per il dono di questo "Don". Viva GESU'
22-11-2014 00:24:33
Valter
E che dire dei preti che chiedono soldi per l'iscrizione dei bambini al Catechismo e si mettono d'accordo con i negozi di testi religiosi, consigliandoTi di andare a comprare i libri del catechismo nel " Loro" negozio di fiducia, e sconsigliandoTi di non andare in quello dove al solito sei andato, perchè mal fornito. E' una scandalo, e spero che il Santo Padre, possa arrivare a tutti questi preti affaristi che purtroppo brulicano, soprattutto nelle Parrocchie lontano da Roma. Qui in Sicilia è una cosa aberrante, e molti preferiscono o non battezzare o non iscrivere i propri figli al catechismo, perchè causa la crisi, non si possono nemmeno permettere i 10 € dell'iscrizione. ( e intanto i preti viaggiano in SUV o macchine costosissime). Vieni a trovarci Francesco e te ne renderai conto. Forza Francesco, dacci un pò di speranza.
22-11-2014 02:53:22
Giuseppa. Cecere
Non meravigliatevi in America,pre Battezzare, Devi dare prima la busta,poi il battesimo lo stesso per la,Comunione,per un matrimonio ,si paga,600.dollari ,,per un funerals 500..dollari.per lofferta in chiesa la Domenica,il minima sono,10 dollari,il Santo Padre dice giusto,ma nessuno li controlla,scusate ma quello Che o scritto e la verita ,un Felice sabato..https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10203412936140952&id=1138657374
22-11-2014 08:16:08
carmela
Papa Francesco sei una persoma meravigliosa le offerte per la chiesa devono essere libere e non una costrizzione anche per la benedizione della casa prima ti lasciano la busta x i soldi e poi vengono ormai chiedono soldi per tutto
22-11-2014 09:29:13
Aldo
A Napoli ogni chiesa ha un'offerta che parte dai 150€ per arrivare anche ai 700€ in più devi pagare a parte il fioraio e il fotografo della chiesa....uno schifo!
22-11-2014 09:49:34
Giuseppe Ricciardi
Premesso che ho sempre contrastato e apostrofato chi mercimonia i sacramenti i quali gratuitamente sono stati affidati alla Chiesa e gratuitamente li deve amministrare (cfr. 1 Pt 5,1-3). La Parrocchia si dovrebbe sostenere solo con le libere offerte della questua durante la messa la quale ha 3 significati: il mantenimento decoroso della Parrocchia, il sostentamento del Parroco e il sostentamento dei bisognosi "ma basta?". Sono un'accolito istituito nella Diocesi di Caserta e ho assistito di peggio, altro che carità cristiana è stato il vilipendio all'inno alla carità di San Paolo (1 Cor. 13) perpretato da un prete nei confronti di un confratello: ha preteso il pagamento delle messe celebrate nelle parrocchia del suo confratello mentre questi era ricoverato per l'asportazione di un rene ed è stato assente dalla parrocchia, la mia, circa 2 mesi, nella mia Parrocchia non ci sono mai state le tariffe per l'amministrazione dei sacramenti si è sempre lasciato, se volevano, alla libera offerta dei fedeli. Il bello sapete qual'è: è che questo prete ha sempre fatto il bello e cattivo tempo nella Curia e se lo si sente nelle sue omelie ti da l'impressione di ascoltare un santo, ma chi lo conosce bene sa che sono solo parole che escono dalla bocca e non dal cuore. Questi preti dovrebbero esse sospesi a divinis ed invece coprono anche cariche all'interno della Curia
22-11-2014 09:57:11
don GIanni Brera
Non si può generalizzare! Sono un parroco e non ho tariffari per nessun sacramento!. Chiedo € 10,00 per la S. Messa secondo le indicazioni della Curia (date nel 2002). Ho paura di questo populismo di Papa Francesco! Forse ci sono dei casa allora si intervenga e non si generalizzi!. Ai miei parrocchiani i per i sacramenti lascio la massima libertà. Ma sapete quanti non danno nulla? MI chiedo come mantenere le nostre Chiese? Come pagare le tasse, le bollette della luce de riscaldamento.... e ora anche della Tasi? Non ho fatto il prete per arricchirmi e quello che mi viene dato va la manutenzione della casa del Signore che è la casa di tutti. Non condivido per nulla queste "sparare" del Papa. Dice cose che la gente ama sentirsi dire ma poi in concreto ditemi come mantenere in piedi tutto quello che i nostri padri ci hanno donato. Facciamo cadere tutto? E' anche vero che non bisogna essere maleducati, ma domandatevi per un attimo: quante persone si presentano con arroganza... maleducazione ecc. Eppure stringo i denti e vado avanti a fare il prete come sono capace. Ma sentire queste cose dove si fa di ogni erba un fascio mi fa male! Il Papa lo stimo, prego per Lui ma deve stare attento a non "farsi" usare dai media. Scusate lo sfogo ma pe uno come me (e vi assicuro ce ne sono tanti) che iniziano la giornata presto e finiscono a sera tardi sentirsi giudicati come dei "disonesti" non fa molto bene al cuore! Ma in Cristo tutto si sopporto e tutto si ama!
22-11-2014 10:51:21
Enrico
Grandissimo Papa.... ci ha ricordato la gratuità dell'amore che Dio trasmette a noi tramite i suoi sacramenti. Sono stufo di vedere preti più attaccati ai soldi,al "bello" ed al "lusso" che non alla povertà della gente. Questo è il segno di una chiesa che si rinnova. Questo Papa è già "santo" in vita per la forza della testimonianza e del rinnovamento che sta dando alla chiesa.
22-11-2014 13:07:49
andrea l.
devo fare la comunione a mia figlia il prete mi chiede un offerta a piacere di 250 €. az a piacere, ma piacere e suoi no mio
22-11-2014 14:37:15
Barnaba
Far celebrare Sante Messe in suffragio alle anime dei defunti non è solo cosa buona e giusta ma un dovere per ogni cristiano. Sarebbe molto saggio farsi consigliare da persone più esperte sul da farsi quando si parla di argomenti dei quali non si conosce la valenza come questo. La salvezza è gratuita ma ha bisogno anche della nostra risposta, del nostro si, e quel nostro "si" è rappresentato da quell'offerta data alla comunità per il mantenimento della vita della Chiesa che è anche un "corpo fisico" non solo una massa di anime e spiriti in comunione tra loro. Certamente si può discutere sulle "tariffe fisse" per ogni prestazione ecclesiale ma non sul fatto che ci debba essere un offerta (anche libera) per ogni attività. Cristo liberamente e gratuitamente è morto per noi, ma è pur sempre andato a morire con la sua carne...e noi perché liberamente non vogliamo rispondere a quel suo atto concreto con altrettanti atti concreti? Perché ci fa male la tasca?! perché siamo attaccati ai soldi?! ma se siamo attaccati ai soldi tanto da non riuscire a fare un offerta, siamo degni di ricevere l'offerta della sua passione morte e risurrezione per la nostra salvezza?! Riflettiamo.
22-11-2014 18:57:24
teresa
Santo Padre è Dio che L'HA mandata a scrivere ,io mi sono allontanata dalla chiesa per colpa del parroco, in chiesa i preti chiedono tutti soldi, ogni sacramento ha un prezzo,e i poveri che fanno? i loro defunti marciscono nell'inferno,...faccia lei qualcosa.. Preghi Lei per me affinchè mi avvicini di nuovo alla chiesa io sono credente ma sono molto demotivata.In attesa di una risposta Mi benedica assieme alla mia famiglia.
22-11-2014 20:51:36
mihaela
Ciao simona, per poter fare la comunione devi fare la prima comunione e la cresima...se vuoi ti posso dire pure altre informazioni, se metti mi piace sul gruppo cavaglieri e ancelle della Madonna del divino amore cosi ci possiamo scrivere(facebook)
23-11-2014 08:59:22
rosario
Mia figlia Sta il 2 anno di catechismo,proprio eri ho dovuto dare 5 euro x le prove di confessioni,ma dove siamoarrivati un Sacramento si deve pagare,poi dicono la frede,questa ê tagente..
23-11-2014 09:00:57
Barnaba
Far celebrare Sante Messe in suffragio alle anime dei defunti non è solo cosa buona e giusta ma un dovere per ogni cristiano. Sarebbe molto saggio farsi consigliare da persone più esperte sul da farsi quando si parla di argomenti dei quali non si conosce la valenza come questo. La salvezza è gratuita ma ha bisogno anche della nostra risposta, del nostro si, e quel nostro "si" è rappresentato da quell'offerta data alla comunità per il mantenimento della vita della Chiesa che è anche un "corpo fisico" non solo una massa di anime e spiriti in comunione tra loro. Certamente si può discutere sulle "tariffe fisse" per ogni prestazione ecclesiale ma non sul fatto che ci debba essere un offerta (anche libera) per ogni attività. Cristo liberamente e gratuitamente è morto per noi, ma è pur sempre andato a morire con la sua carne...e noi perché liberamente non vogliamo rispondere a quel suo atto concreto con altrettanti atti concreti? Perché ci fa male la tasca?! perché siamo attaccati ai soldi?! ma se siamo attaccati ai soldi tanto da non riuscire a fare un offerta, siamo degni di ricevere l'offerta della sua passione morte e risurrezione per la nostra salvezza?! Riflettiamo.
23-11-2014 09:50:15
Giuseppe Ricciardi
Non vorrei essere tedioso ma vorrei solo precisare alcuni punti; diciamo e sappiamo che la Chiesa è di tutti noi e per quanto tale abbiamo il dovere morale e materiale di sostenerla nelle sue necessità, tutte, secondo le possibilità di ognuno liberamente; non dimentichiamo quello che è scritto negli Atti degli Apostoli 4, 32-36 (condivisione) o quello che dice il Siracide: "dona a Dio secondo quanto a donato a te" cosa vuol significare? Secondo il mio personalissimo pensiero che tutto quello che ci manda il buon Dio, poco o molto che sia, non è tutto nostro; tutti siamo capaci di gridare allo scandalo ma pochi poi sono quelli che si adoperano per far fronte alle necessità: "dar da mangiare gli affamati, vestire gli ignudi" oppure, "soccorrere alle necessità della Chiesa secondo gli usi e le possibilità", è chiaro e nostro dovere apostrofare chi sbaglia e ne approfitta: "ammonire i peccatori"; questo è quello che ci ha insegnato il catechismo di San Pio X. Morale? Tutti noi dobbiamo fare un'onesto e sincero esame di coscienza e riflettere se ci comportiamo da veri e degni seguaci di Cristo; abbiamo mai pensato la sera quando rientriamo a casa e chiudiamo la porta a quanti la casa non ce l'hanno e sono costretti a dormire alle intemperie? Penso che lo fanno in pochi e questo non è essere cristiani. Voglio solo ricordare a chi mi ha preceduto in questi commenti che dire il nome nella messa di suffragio che non è quello il vero ma il vero suffragio è partecipare alla messa dopo una vera confessione, col il vero proposito di non peccare più, e una buona comunione fatta con l'intenzione al suffragio.
23-11-2014 18:21:08
GiuseppeAscioti
Tuttavia la Chiesa ha bisogno di essere sostenuta ,quindi direi che ci debbano essere offerte volontarie e non " pre confezionate". Ognuno dia ciò quel che in quel momento può dare oppure se vuole, non dia nulla .Forse il buon Dio ci vuol far conoscere genti sbagliate per poi apprezzare quelle giuste, Intanto una giusta la conosciamo nella persona del Santo Padre perché ci dà speranza. Parafrasando P. Neruda, termino col dire che " La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno per la realtà delle cose, il coraggio per cambiarle."
24-11-2014 12:46:48
giuliano
il Santo Padre ha ragione, ma non bisogna fare di tutti un fascio , perchè non tutti i parroci sono uguali.
24-11-2014 15:45:32
maria
noi abbiamo le buste x tutto l,anno! la tariffa! e; $10, 15, 20,25,50, ho altro! parliamo domenicali! poi, le feste comandate! poi raccolta fondi x sacerdoti ce vanno in pensione! poi x ragazze madri. poi xi bisogni! della chiesa. se andiamo a chiedere qualcosa non e possibile! o offerta! insomma; abbiamo un mutuo! GESU adetto di aiutare il prossimo! ma senza tariffa!
24-11-2014 17:54:13
Giusy
Noi che con famiglia figli e nipoti senza lavoro, stentiamo ad andare avanti,ci affidiamo a Dio e alla sua provvidenza, perchè sappiamo che Dio Provvede sempre e infatti ha sempre provveduto......ma a quanto pare qualcuno non ci crede,eppure è parola di Dio..........
25-11-2014 22:45:54
michele
da qalche parte ho letto che il battesimo ecqivale a una tessera sindacale o meglio detrazioni di soldi per la chiesa.
26-11-2014 14:40:28
Gigi
Grande papa Francesco ... Ancor più grande se oltre alle parole disponesse immediatamente che ogni spesa parrocchiale venisse da subito assolta dal vaticano .. è una proposta .. Forza papa Francesco
02-02-2015 14:59:54
benedetto
Non ho mai chiesto denaro x messe o sacramenti vari, se volevano asciavano una libera offerta x la chiesa. Continuo a fare in questo modo DIO non mi ha mai fatto mancare nulla. Grazie Francesco Papa

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits