NOTIZIE > cronaca

Dante e san Francesco girano per il mondo

Dante e san Francesco girano per il mondo

Non solo in Italia, ma anche I all'estero si intitolano strade e piazze agli italiani illustri. E questo ci fa capire quanto sia importante il contributo di cultura e di storia che il nostro Paese, attraverso alcuni dei suoi figli, ha dato al mondo intero. Basta prendere "il Poeta" per eccellenza, ovvero Dante Alighieri. In Italia, il nome dell'autore della "Divina Commedia" compare sulle targhe stradali di quasi 4mila Comuni. Ma molte altre città nel mondo, grandissime o piccole, gli hanno intitolato una strada o una piazza. Negli Stati Uniti d'America, per esempio, si va da New York (quasi 9 milioni di abitanti) a Vineland nel New Jersey (appena 50mila abitanti). In Europa, a Copenhagen, capitale della Danimarca, c'è Dantes Plad, cioè Piazza Dante, con al centro - proprio come nella Dante Square di New York - un monumento al grande fiorentino, che è considerato il padre della lingua italiana.


Forse, scrivendo su un elenco tutte le strade a lui intitolate si riempirebbero pagine sufficienti per... un poema. Scherzi a parte, qui ci limiteremo a citare Dante Road a Londra, Rue Dante a Parigi, Rua Dante Alighieri a San Paolo del Brasile, Rua Dante a Rio de Janeiro (sempre in Brasile), Calle Dante a Lima (Perù). Ovviamente non è l'unico caso. Molto presente nelle vie del mondo è un altro grande italiano, che come Dante visse prima ancora che l'Italia diventasse una nazione: san Francesco d'Assisi. Esiste addirittura un'intera grande città dedicata al santo protettore del nostro Paese: San Francisco in California (Usa), fondata da frati francescani nel 1776 come "La Misión de Nuestro Padre San Francisco de Asis".


Strade a lui dedicate si trovano, oltre che in Europa e in America, anche in Oriente, per esempio a Hong Kong e nelle Filippine. Cristoforo Colombo, il genovese che scoprì l'America, ha dato il nome a uno stato (la Colombia), a un distretto degli Stati Uniti (quello della capitale federale, Washington), a un numero consistente di città americane e a strade, piazze e parchi in tutto il mondo. In Francia - a Marsiglia, La Rochelle, Tolosa - troverete invece Rue Enrico Fermi, il grande fisico nato a Roma nel 1901 e morto a Chicago, negli Stati Uniti, nel 1954. Mentre Giuseppe Garibaldi, passato alla storia come l'"Eroe dei due mondi" per le battaglie combattute sia in patria sia in paesi del Sud America, oltre ad avere il record di strade e piazze dedicate in Italia (quasi 5.500) è presente sulle targhe stradali di numerose città in Uruguay, Brasile, Argentina, Messico, ma anche in Europa e Australia.  

Danilo Paolini, Avvenire 




Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits