NOTIZIE > attualita

12 cose che dice mamma e per le quali ha ragione

Ci sono frasi che abbiamo sentito centinaia di volte, da nostra madre e ci davano fastidio. Invece aveva proprio ragione lei!

12 cose che dice mamma e per le quali ha ragione
Credit Foto - Pixabay - Caffè

Per Aleteia - Silvana Ramos 

Qualche giorno fa ho preso coscienza delle varie volte in cui uso frasi che quando ero bambina mi risultavano odiose e incomprensibili. Oggi le utilizzo a destra e a manca, copiate con esattezza, perfino nel tono. In qualche modo sono diventata… mia madre.

Vari decenni dopo averle ascoltate sembra che finalmente le capisca, e non c’è voluto neanche un minuto prima che trasmettessi ai miei figli questa “saggezza popolare”. Forse quando saranno genitori, se questa è la loro vocazione, le ripeteranno con l’orgoglio e la nostalgia con cui le ripeto io ora.

Mia madre usava questi modi di dire, e quanta saggezza nascondevano quelle parole! Ecco una riflessione che vuole aiutare nel compito di essere genitori. Queste frasi vogliono sottolineare ciò che di buono ci hanno insegnato i nostri genitori e chiarire che per quanto la vita possa cambiare ci sono cose che restano tali.



1 “Non fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te” – L’empatia

Iniziamo con una frase quasi estratta dalla Bibbia. Se analizziamo il capitolo 7 di Matteo, ci imbatteremo in una bella spiegazione che si riassume in “Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti” (Mt 7, 12). Credo che questa sia la frase per eccellenza usata dalle nostre mamme e dai nostri papà per insegnarci la teoria dell’empatia, del metterci nei panni dell’altro. Se queste parole non si traducono in azioni, però, l’apprendimento si ferma alla pura teoria




2 “Se i tuoi amici si buttano da un ponte lo fai anche tu?” – Il discernimento

Non c’era frase che mi irritasse più di questa, soprattutto quando ero in piena adolescenza e il gruppo era tanto importante, ma quanto è risultata determinante col tempo! Che bello imparare a interrogarsi sulle proprie azioni e su quelle del gruppo! Con questa frase i miei genitori (sì, l’ho sentita varie volte anche da mio padre) mi hanno instillato l’idea di non seguire la corrente, piuttosto di nuotare controcorrente. Quanti anni sono dovuti passare per riuscire finalmente a capirlo!




3 “’Non lo so’ non è una risposta” – La riflessione

Qui devo fare un chiarimento: quando chiedete a un bambino perché ha fatto una cosa e risponde “Non lo so”, la sua risposta  è vera. Di fronte all’impulso, un bambino piccolo non sa davvero perché ha reagito in un certo modo o ha fatto ciò che ha fatto, quindi non tormentate i vostri piccini con questo ritornello, che può portarli a reazioni molto dure per la loro età. Crescendo, però, questa domanda riecheggia dentro di sé, e all’improvviso il bambino impara a riflettere sul perché agisce in un certo modo o in quali circostanze lo fa. È un esercizio sano da svolgere soprattutto alla fine della giornata, trovando il senso di ciò che si fa e di come si reagisce per favorire la crescita personale.



4 “Non voglio sentire un fiato” – L’ascolto silenzioso

Non posso fare a meno di ridere quando ricordo questa frase, con cui mia madre voleva dire che aveva parlato e non c’era replica che valesse, o che semplicemente il silenzio era del tutto necessario dopo un dispiegamento in grande stile di grida e pianto. Quante volte mi sono chiesta l’origine di questa frase!




5 “Scherzi di mano, scherzi da villano” – La non violenza

Soprattutto quando eravamo bambini e la soluzione a una disputa sembrava essere uno spintone, non mancava l’occhio vigilante di mia madre che avvertiva: “Scherzi di mano, scherzi da villano”. Mi sono lambiccata il cervello cercando di capire cosa fosse un “villano”. Ero molto piccola, e ancora non capisco perché non ho chiesto cosa significasse quella parola. Mi sarei risparmiata ore e ore di riflessione!




6 “Luce per strada, oscurità in casa” – L’amore per la famiglia al primo posto

Questo detto è tra quelli che mi piacciono di più e che ho capito meglio la prima volta che l’ho ascoltato. Bisognava essere luce in strada e in casa. Mi ha insegnato molto sull’immagine e la falsa morale, visto che spesso ci comportiamo meglio e trattiamo meglio gli estranei che i nostri familiari. Ancora oggi custodisco queste parole, e quando mi ritrovo a brillare in strada lasciando in penombra la mia casa me ne ricordo, perché mi aiutano ad essere coerente ovunque vada, ma soprattutto con i miei cari.

7 “Ci sono bambini che non hanno niente da mangiare” – La compassione e la responsabilità nei confronti dell’altro

Dev’essere la frase per eccellenza di tutte le madri del mondo quando si sforzano e quasi si disperano perché i loro figli non vogliono mangiare. Bisogna essere sinceri e capire che un bambino molto piccolo non lo capirà mai. Per lui la soluzione più semplice è che tutti si mettano d’accordo per nutrire quei bambini e via. Man mano che cresciamo, però, ci rendiamo conto che questa soluzione logica e semplice sembra essere molto difficile da realizzare per ragioni quasi incomprensibili, e all’improvviso capiamo che in effetti il cibo non si spreca, che l’austerità ha un senso e che siamo responsabili anche di qualcun altro oltre che di noi stessi.




8 “Sono certa che se vado io lo trovo” – Lo sforzo

Ho detestato questa frase fino alla nausea, perché in effetti mia madre in cinque minuti trovava quello che io avevo “cercato” per ore. Non ho molto da dire al riguardo, solo che quando mi sono sposata e sono diventata madre è successo qualcosa di soprannaturale, ed effettivamente ho sviluppato la capacità di trovare le cose quando nessun altro riesce a farlo. Credo che il segreto sia la pazienza e lo sforzo che mettono in tutto le mamme, dal quale abbiamo molto da imparare.




9 “Una cosa è la libertà, un’altra il libertinaggio” – I veri significati

Questa frase non l’avete sicuramente sentita fino all’adolescenza, quel periodo in cui ci sentiamo improvvisamente padroni del mondo. E proprio in quel momento saltano fuori i genitori a mettere i puntini sulle “i”. “Una cosa è la libertà, un’altra il libertinaggio”, e inizia la grande conversazione. A volte lo capiamo, altre volte non vogliamo ascoltare. Ciò che è certo è che i due concetti col passare del tempo diventano chiarissimi.




10 “Te l’ho detto mille volte” – Un genitore non si stanca mai

Siamo sinceri, quante volte abbiamo fatto mille volte le cose che i nostri genitori (soprattutto nostra madre) ci avevano detto di non fare, come lasciare i vestiti per terra o l’asciugamani bagnato sul letto, o comportamenti che vanno contro noi stessi? E i genitori “pazientemente” ci ripetevano in continuazione di non farlo. Faccio un mea culpa e riconosco che ho smesso di gettare i vestiti per terra il giorno in cui mi sono sposata, e da allora perseguito mio marito con la stessa cantilena…




11 “Lo dico per il tuo bene” – A volte la verità fa male

Sicuramente non vi sono mancate quelle conversazioni scomode in cui i genitori hanno terminato il loro sermone con un determinante e allo stesso tempo malinconico “Lo dico per il tuo bene”, e lì si capisce, perché non c’è nessuno che possa dirci meglio la verità delle nostre azioni di chi ci conosce di più in quel momento, i nostri genitori. La verità a volte effettivamente fa male, ma chi ci ama ce la dirà con le migliori intenzioni e farà attenzione a non ferirci.




12 “Chiedi prima a papà” – L’autorità dei padri

Almeno a casa mia era così. Può essere che i miei genitori non andassero d’accordo su tante cose, ma la coalizione che hanno formato come genitori era indistruttibile, per cui anche se non concordavano su qualcosa non riuscivano a contraddirsi l’uno di fronte all’altro, e men che meno di fronte a noi. Mia madre sosteneva quello che diceva papà, e in parte credo che lo facesse perché confidava nel fatto che le decisioni di papà fossero sempre motivate dall’amore smisurato per i suoi figli e dall’intenzione sincera di dare e fare il meglio per ciascuno (anche se non sempre lo capivamo). L’unione dei genitori fa sì che l’autorità, che è mossa dall’amore e dalla responsabilità, venga alla luce, e che i figli obbediscano anche se spesso non capiscono. Il concetto di autorità, soprattutto ai nostri giorni, acquista un senso importantissimo: amore e responsabilità.



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits