NOTIZIE > san_francesco_reliquie

Le reliquie di San Francesco d'Assisi

di Redazione online
Le reliquie di San Francesco d'Assisi

San Francesco e le reliquie - Nella Basilica Inferiore di San Francesco d'Assisi è possibile visitare l'Antica Sala Capitolare, un locale dall'architettura romanica, sono conservate le reliquie di San Francesco.

Ma quali sono le reliquie di San Francesco custodite nel Sacro Convento?

Il saio cinerino - Nella bacheca I è possibile ammirare il saio di Francesco, molto rovinato e con tantissimi rammendi, che  ricorda la dura scelta fatta dal Santo di povertà materiale e sociale.

Il calice con patena - Tra le reliquie di Francesco d'Assisi troviamo anche il calice con patena e anche se lui non volle mai essere ordinato sacerdote le biografie riferiscono di alcuni episodi eucaristici dove Francesco serviva da diacono.

I lini di Jacopa dei Settesoli - Due veli, finemente ricamati a mano, ricordano l'incontro tra San Francesco morente e questa signora romana chiamata dal Santo di Assisi, sora Jacopa.

Il corno d'Avorio - Questa reliquia risale al 1219-20 quando San Francesco nel suo viaggio a Damiata, in Egitto, incontrò il sultano Melek-El-Kamel per testimoniare la propria fede cristiana. Il corno d'Avorio di ben 25 cm veniva usato da Francesco d'Assisi per richiamare frati e fedeli alla preghiera.

La Ricognizione del 1818 - Il sarcofago di San Francesco d'Assisi venne aperto nel 1818 con Papa Pio VII alla presenza dei Vescovi umbri e di medici ed archeologi. All'interno del sarcofago furono ritrovate 11 monete d'argento, la pietra che fungeva da guanciale al capo di Francesco e alcune ceneri del corpo.

La Tunica Bianca - Nella sala delle reliquie è esposta anche una tunica bianca, con tutta probabilità regalo di frate Jacopa; le pantofole di San Francesco e la pelle di camoscio che era posta a stretto contatto con la ferita nel costato del Santo.

L'autografo con la Benedizione - Una delle reliquie più importanti è sicuramente la Chartula, la benedizione di  San Francesco d'Assisi, gelosamente custodita per 46 anni da frate Leone che prima di morire nel 1271 autenticò lo scritto del Santo.

La regola francescana - Pergamena del 29 novembre 1223. Definita la magna charta del francescanesimo viene seguita dai frati conventuali e da altre famiglie francescane. E' uno degli elementi su cui si è fondata la civiltà occidentale.


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits