eventi

Lampada della Pace 2019 al Presidente Mattarella. Prima di lui Abdullah II, Merkel e Santos [VIDEO]

Redazione sanfrancesco.org

La cerimonia ad Assisi domani alle 10.30

Sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il destinatario della “Lampada della pace di San Francesco 2019 ”. Il Capo dello Stato, accolto dal Custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti, farà visita alla Tomba di San Francesco, parteciperà al XXXIV Concerto di Natale e incontrerà la comunità francescana.
Alla cerimonia, che si terrà sabato 14 dicembre dalle 10.30 nella Basilica Superiore di San Francesco, il Presidente riceverà il riconoscimento dei frati francescani per la sua guida luminosa e umile, che consente di alimentare la fiducia e la speranza di un’Italia umana.

La consegna della lampada è simbolo e strumento di pace, un dono “che ci ha portato Gesù - ricorda padre Mauro Gambetti - e che possiamo accogliere grazie all’insegnamento di Francesco d’Assisi”.

Il riconoscimento, nelle ultime edizioni era stato assegnato al Presidente delle Repubblica Colombiana, Juan Manuel Santos, "per lo sforzo tenuto nei processi di riconciliazione con le Farc"; alla Cancelliera tedesca, Angela Merkel che "nella sua Germania e in Europa, si è distinta nell'opera di conciliazione in favore della pacifica convivenza dei popoli"; e al Re di Giordania, Abdullah II, per “la sua azione e il suo impegno tesi a promuovere i diritti umani, l’armonia tra fedi diverse e l'accoglienza dei rifugiati".

GUARDA IL VIDEO: LAMPADA DELLA PACE, I PIU' BEI MOMENTI DELLE SCORSE EDIZIONI



Il Presidente delle Repubblica Colombiana dedicò l'onorificenza “a coloro che avendo fatto la guerra sono disposti, ora, a essere costruttori di una nuova società nel segno della pacifica convivenza”.

La cancelliera tedesca Angela Merkel invocò l’impegno di tutti per la costruzione di un’Europa e di un mondo senza conflitti: “La pace senza la partecipazione non è pensabile, ha bisogno di lavoro, di impegno, e corrisponde alla luce di una lampada che funziona solo fin quando noi la riempiamo di olio”.

Parole condivise dal re di Giordania, che dalle mani di Angela Merkel ricevette la Lampada, lo scorso anno: “E’ solo combinando e riunendo i nostri sforzi che l’umanità riuscirà a vincere le sfide, risolvere la crisi globale, guarire il nostro ambiente e includere tutti, soprattutto i nostri giovani. Dando loro opportunità e speranza”.

Alla cerimonia quest’anno saranno presenti, tra gli altri: il Legato Pontificio per la Basilica di San Francesco, Card. Agostino Vallini, il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Gualtiero Bassetti, a nome del Governo il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, il Presidente RAI, Marcello Foa, l’Amministratore Delegato RAI, Fabrizio Salini, e il Direttore di RAI1, Teresa De Santis.
Il Concerto di Natale, trasmesso in Eurovisione su Rai1 il 25 dicembre dopo il messaggio Urbi et Orbi di Papa Francesco, è promosso dal Sacro Convento di Assisi, dalla Rai e da Intesa Sanpaolo, con il contributo di Terna. Gli addobbi floreali sono offerti dal comune di Viareggio.
Lo rende noto il Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato, che ringrazia i vertici Rai, per l'attenzione che sempre riservano al cuore spirituale della Nazione, e i partner di questo importante evento.

MODALITA’ DI ACCREDITAMENTO STAMPA


La richiesta di accreditamento da parte dei giornalisti dovrà pervenire al responsabile dell’Ufficio Stampa del Sacro Convento di Assisi, Roberto Pacilio, inviando una mail ad accrediti@sanfrancesco.org entro e non oltre giovedì 12 dicembre ore 14.00 indicando generalità complete (nome, cognome, luogo e data di nascita), lettera del direttore della testata di appartenenza, mansione e contatti telefonici.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA