esteri

Il successo di Padre Pio in Gran Bretagna 

Silvia Guzzetti Pixabay

Viaggio tra i gruppi di preghiera dedicati al santo di Pietralcina 

È un santo insolito per il Regno Unito secolarizzato e razionale. Eppure, negli anni, Padre Pio ha ispirato centinaia di gruppi di preghiera dall’estremo Nord dell’Irlanda all’estremo Sud della Cornovaglia. Spazi dove si recita il rosario e si partecipa alla Messa, ricevendo anche grazie; spazi che, causa Covid, sono stati chiusi o sono finiti solo online.

In questo settembre (il 23 è la sua festa liturgica) si ricomincia proprio dal santuario di Walsingham, cuore mariano d’Inghilterra, dove i frati francescani sperano di riavviare una comunità di preghiera interrotta da tempo. Anche a Derry, a un’ora di auto da Belfast, Padre Pio è conosciutissimo e molto venerato. Nei cimiteri locali spesso sulle tombe c’è una sua statua. «Credo che sia così amato perché ha sofferto molto e, per questo motivo, i fedeli si sentono vicini a lui. Proprio come è capitato alla mia famiglia che si è riavvicinata alla fede dopo la guarigione di nostro padre che si era ammalato gravemente di cuore e aveva chiesto a Padre Pio di aiutarlo», racconta Paula McCool, che guida, nella cittadina nordirlandese, presso la chiesa cattolica Holy Family Church, un gruppo di preghiera dove si venera una reliquia formata da un pezzo di stoffa che si trovava sul fianco del santo di San Giovanni Rotondo.
 

L'articolo continua su Famiglia Cristiana 

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA