NOTIZIE > attualita

San Francesco: il santo della 'fraternità universale'

di Redazione online

Dal Vangelo: «Gesù disse loro: Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura!»

Dalle biografie di San Francesco: «Se vedeva distese di fiori, si fermava a predicare loro e li invitava a lodare e amare Iddio, come esseri dotati di ragione; allo stesso modo faceva con le messi e le vigne, le pietre e le selve e le belle campagne, le acque correnti e i giardini verdeggianti, la terra e il fuoco, l'aria e il vento con semplicità e purità di cuore: tutti invitava ad amare e a lodare il Signore. E chiamava tutte le creature col nome di fratello e sorella, intuendone i segreti in modo mirabile e noto a nessun altro, perché aveva conquistato la libertà della gloria riservata ai figli di Dio». (1Cel, n. 81)

Con Francesco anche noi cantiamo: «Laudato sie, mi’ Signore, cum tutte le Tue creature!». E non lodiamolo solo come Creatore ma anche come Redentore. La creazione e la redenzione infatti si  estendono a tutti i popoli e a tutte le creature. San Francesco, dopo aver fondato la prima fraternità con i “fratelli”, cioè una comunità di vita con i compagni che aveva ricevuto in dono da Dio come “fratelli”, estende il principio della fraternità a tutti gli uomini e all’intero creato. Verso la fine della vita espresse tale volontà componendo il Cantico di frate sole. Con esso chiamò “fratelli e sorelle” tutte le creature. Lo sguardo che ebbe Francesco sul creato diventi anche nostro. Siamo chiamati a considerare e a sentire fratelli e sorelle tutti gli uomini e le creature tutte.

Preghiamo con San Francesco: Onnipotente, santissimo, altissimo e sommo Dio, Padre santo e giusto, niente ci ostacoli, niente ci separi e ovunque, noi tutti, in ogni luogo, in ogni ora e in ogni tempo, in ogni giorno ininterrottamente crediamo e umilmente teniamo nel cuore e amiamo, onoriamo, adoriamo, serviamo, benediciamo e rendiamo grazie all'altissimo e sommo eterno Dio, Trinità e Unità, Padre e Figlio e Spirito Santo, Creatore di tutte le cose e Salvatore di tutti coloro che credono e sperano in lui, e che solo è degno di lode, glorioso, eccelso, e sopra tutte le cose desiderabile nei secoli dei secoli. Amen. (FF 71)


Redazione online

Commenti dei lettori

03-10-2014 17:34:13
VALERIA BELTRAMI
conosco a memoria il Cantico delle Creature, la rileggo sempre volentieri le parole di San Francesco che amo e onoro come santo e come grande uomo.

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits