attualita

L'artista Salgado chiude la quinta edizione del "Cortile di Francesco"

Antonio Tarallo

Salgado e il progetto fotografico sull'Amazzonia

Nato e cresciuto in una fattoria del Brasile, così lontano dalla civiltà. Il Brasile degli ultimi, dei volti senza speranza. Ha sempre nutrito un profondo rispetto e amore per la natura, ed è stato sempre particolarmente sensibile al modo in cui gli esseri umani vengono condizionati dalle loro – spesso devastanti – condizioni socio-economiche.

Tra le numerosissime opere che Salgado ha realizzato nel corso della sua prestigiosa carriera, spiccano tre grandi progetti di lungo periodo: Workers (1993), che documenta le vite invisibili dei braccianti di tutto il mondo, Migrations (2000), un tributo alle migrazioni di massa causate dalla carestia, dai disastri naturali, dal degrado ambientale e dalla pressione demografica, e questa nuova opera, Genesis (2013), il risultato di una spedizione durata otto anni alla scoperta di montagne, deserti, oceani, animali e popolazioni che, si sono finora sottratti al contatto con la cosiddetta società civile - una terra e una vita incontaminate.

In tutte le realtà in cui l’Umanità soffre, Salgado e’ sempre li’, pronto a immortalare in 35 mm il dramma e la disperazione, ma sopratutto, la dignita’ dei lavoratori. Immagini con echi pasoliniani, dove l’umanità diventa carne. Dignità che per l’artista brasiliano, vuol dire Umanità.

Le fotografie di Salgado, esprimono tutta la loro potenza, sia sulla carta stampata, che sulle pareti di una galleria d’arte. Questa è la grandezza di un fotografo. Non coglie mai la realtà, in maniera paternalistica, ma sempre con naturalezza ed istintiva empatia.

Per la prima volta in assoluto verranno proiettate, sulla facciata della Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi, le immagini del nuovo progetto fotografico di Salgado sull’Amazzonia. Un incontro tra popoli e comunità lontane. L’evento chiuderà, questa sera, alle 19.45, “Il Cortile di Francesco”. Sarà l’occasione dell’in-contro tra il Cardinal Gianfranco Ravasi e l’artista brasiliano.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA