attualita

Il Santo a Padova “s’illumina di verde” per accendere l’attenzione sulle malattie mitocondriali

Redazione ANSA

Nella notte di sabato 14 settembre, la facciata della Pontifica Basilica di Sant’Antonio di Padova “s’illumina di verde”, il colore simbolo delle malattie mitocondriali, per accendere l’attenzione su queste patologie genetiche rare, per le quali, ad oggi, non esiste una cura. Le luci saranno accese intorno alle 20.00 e la basilica sarà illuminata di verde fino alle 22.30 circa. È la prima volta che il Santo aderisce a una iniziativa simile, grazie alla disponibilità del delegato pontificio, Sua Eccellenza monsignor Fabio Dal Cin. Il Light Up for Mito (#lightupformito) di sabato, in cui monumenti e siti in tutto il mondo si accenderanno di verde, dà il via alla Settimana Mondiale di Sensibilizzazione sulle Malattie Mitocondriali, GMDAW 2019, promossa dal 15 al 21 settembre in Italia dall’associazione Mitocon Onlus.

Il Santo è uno dei 14 siti italiani, tra monumenti e luoghi pubblici, che hanno aderito fino a oggi alla campagna di sensibilizzazione Light Up for Mito ed è, per ora, l’unico edificio religioso.

L’elenco, disponibile on line sul sito della GMDAW 2019, è in continuo aggiornamento, perché altre realtà si stanno aggiungendo in queste ore. Al momento, oltre alla Basilica padovana, si illumineranno di verde da nord a sud anche i principali edifici monumentali e la fregata Grecale della Marina Militare (a La Spezia la Porta Principale dell’Arsenale e il Comando Marittimo Nord, a Roma la Caserma Grazioli Lante e il prestigioso Palazzo Marina, a Taranto il Castello Aragonese e la Stazione Navale Mar Grande, il Castello Svevo di Brindisi, la stele della Madonnina di Messina e la Palazzina Ammiraglio Cattaneo di Augusta) e, nel resto d’Italia, le Logge di Banchi a Pisa, la torre comunale di Latina, la Fontana di Piazza De Ferrari a Genova e Piazza San Giovanni a Gubbio. E alla vigilia del Light Up for Mito altre adesioni stanno arrivando nella sede di Mitocon Onlus a Roma.

Il Santo illuminato di verde non è l’unico evento che interesserà la città di Padova durante la GMDAW 2019. Venerdì 20 settembre alle 21, a Padova, al Teatro ai Colli, la compagnia teatrale “I Ricci”, sotto la direzione artistica di Cataldo Todaro e la regia di Riccardo Mastrolillo, metterà in scena lo spettacolo teatrale di beneficenza “Piume di struzzo – Il vizietto”, in collaborazione con Mitocon Onlus.

Dal 15 settembre, in 11 Paesi e 3 continenti, 14 associazioni di pazienti e familiari affetti da malattie mitocondriali saranno attive sul territorio con eventi, iniziative, convegni, incontri per sensibilizzare su queste malattie. Per conoscere tutti gli eventi in programma per la Settimana Mondiale sulle Malattie mitocondriali clicca qui.

Pe informazioni sulla campagna italiana GMDAW 2019 e Light Up for Mito: segreteria@mitocon.it – tel. 06 66991333.

------

Le malattie mitocondriali sono un gruppo molto eterogeneo di malattie ereditarie causate da alterazioni nel funzionamento dei mitocondri, gli organelli delle cellule che provvedono alla produzione dell’energia utilizzata dal nostro organismo. Le mutazioni genetiche che colpiscono i mitocondri riducono drasticamente la produzione dell’energia, così l’organismo si ammala in modo progressivo. Gli organi più frequentemente colpiti sono quelli che richiedono un maggior fabbisogno energetico, cioè il sistema nervoso, il cuore, i muscoli, ma possono essere interessati, in diverse combinazioni ed entità, anche la vista, l’udito e altri organi e sistemi.

Una caratteristica di questo gruppo di patologie, che ne ha reso molto difficile lo studio nel corso degli anni, è la grande variabilità delle manifestazioni cliniche. La ripercussione a carico degli organi, la velocità di progressione e l’età di insorgenza è molto variabile da malattia a malattia e da paziente a paziente, anche all’interno della stessa famiglia, cosa che rende più complicato comprendere la malattia e trovare le cure.

Mitocon - Insieme per lo studio e la cura delle malattie mitocondriali Onlus, è l’associazione di riferimento in Italia per i pazienti mitocondriali e di raccordo con la comunità scientifica e le istituzioni, per promuovere la ricerca scientifica e migliorare la qualità della vita dei pazienti e dei loro famigliari. Dal 2009, gestisce il Registro Italiano dei Pazienti Mitocondriali, un importante strumento per progredire nella conoscenza delle malattie mitocondriali ed è membro fondatore di IMP (Federazione internazionale associazioni di pazienti e famiglie con malattie mitocondriali). Dal 2011 organizza il Convegno Nazionale delle Malattie Mitocondriali. www.mitocon.it.
Messaggero S.Antonio Editrice