attualita

Cortile di Francesco, Sgarbi: Assisi e il suo primato nell'arte

Redazione online

Anche Vittorio Sgarbi ha preso parte al primo giorno de "Il Cortile di Francesco" che si svolge ad Assisi e che durerà fino a domenica 27 settembre. Tantissimi i presenti all'incontro che ha tenuto nella Basilica superiore di San Francesco "La luce nell'arte dell'alto medioevo". Come molti altri personaggi presenti in città in questi giorni, anche il famoso storico dell'arte ha dato il suo punto di vista sul tema che fa da cornice all'evento: l'umanità.  

Cos'è l'umanità per Vittorio Sgarbi? 
"L'umanità è quella che con il cristianesimo ribalta la formula di conflitto tra gli uomini che ancora governa una parte dei rapporti difficili fra uomini e religioni che "homo homini lupus". La presenza di Cristo nella sua forza umana prima ancora che divina, è avere ribaltato la formula in "homo homini deus" che non vuol dire Dio, che ognuno di noi è Dio se Cristo è diventato uomo. Mi pare che noi partecipiamo di una cultura e di una religione che indica una condizione di umanità più alta che è quella appunto che fa coincidere l'uomo con Dio".  


Che posto dà ad Assisi tra i tesori d'Italia? "Direi il primo. Il primo dal punto di vista del primato e anche dell'importanza della testimonianza artistica, perché Giotto, Cimabue e Lorenzetti sono i punti di partenza della pittura moderna. E' chiaro che poi si può trovare seguendo questo percorso la grandezza di Michelangelo a Roma o di Caravaggio, ma il primato quindi il punto di partenza è qui".  

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA