RUBRICHE >

Il dialogo - di Chiara Frugoni

Credits Ansa



Ad un confratello che aveva chiesto a Francesco perch “raccogliesse con tanta premura perfi no gli scritti dei pagani e quelli che certamente non contenevano il nome di Dio”, Francesco aveva risposto, secondo Tommaso da Celano: “Figlio mio, perch qui sono le lettere con cui si compone il nome di Dio gloriosissimo. D'altronde, il bene che qui si trova non appartiene ai pagani o ad altri uomini, appartiene soltanto a Dio, fonte di qualsiasi bene!”. Per Francesco è importante che gli uomini di tutte le religioni riconoscano con gratitudine la bontà di Dio. Grati dei doni che hanno ricevuto il Santo ritiene che tutti gli uomini debbano cercare di giungere, con la meditazione e la preghiera, ad un profondo rinnovamento interiore che permetta loro di vivere in una vera fratellanza evangelica. Le parole del Santo hanno una straordinaria consonanza con alcuni passi del discorso che papa Giovanni Paolo II rivolse nel 1986 ad Assisi, ai rappresentanti delle chiese cristiane e comunità ecclesiali e delle religioni del mondo: «Il trovarsi insieme di tanti capi religiosi per pregare è di per s un invito oggi al mondo a diventare consapevole che esiste un'altra dimensione della pace e un altro modo di promuoverla, che non è il risultato di negoziati, di compromessi politici o di mercanteggiamenti economici, ma il risultato della preghiera, che, pur nella diversità di religioni, esprime una relazione con un potere supremo che sorpassa le nostre capacità umane da sole. Noi veniamo da lontano non solo, per molti di noi, a motivo di distanze geografi che, ma soprattutto a causa delle nostre origini storiche e spirituali». Per Francesco che andò con un messaggio di pace dai musulmani e dai cristiani impegnati a combattersi nella quinta crociata l'importante era che gli uni e gli altri volessero ripensare ai propri comportamenti e cercassero di giungere alla pace. Di nuovo in perfetta consonanza con Giovanni Paolo II che diceva: «La preghiera comporta da parte nostra la conversione del cuore».

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits