RUBRICHE > Questo mese su...

Pregate per me

Credits Ansa

LA VISITA DEL PRESIDENTE L'ARRIVO

Puntualissimo alle 10.40 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano è arrivato nella Piazza della Basilica Inferiore di San Francesco. stato accolto dal Custode del Sacro Convento padre Piemontese, dall Ministro Generale Marco tasca, dal Vescovo di Assisi Mons. Sorrentino e da tutta la comunità Assisana. Non appena sceso dall'auto il Presidente ha saluto i tanti curiosi in piazza alzando il cappello in segno di affetto. A seguire ha scambiato alcune battute con padre Piemontese e con i circa 40 giornalisti presenti all'evento.

LA VISITA ALLA TOMBA E IL CODICE 338 Ad accoglierlo, con un grande applauso, la comunità francescana conventuale di Assisi emozionata per la visita del Presidente della Repubblica al Patrono d'Italia. Napolitano si è soffermato in preghiera, con la moglie, sulla Tomba di San Francesco; subito dopo gli è stato mostrato il Codice 338 che contiene il testo del Cantico delle Creature di san Francesco datato 1234 tra i primi componimenti poetici in lingua italiana. Durante questo momento si è tenuto un curioso siparietto tra la signora Clio e il Presidente, colpevole di aver sfiorato con la mano il prestigioso testo della Biblioteca del Sacro Convento di Assisi.

A COLLOQUIO CON I GIOVANI DELLA NOSTRA REDAZIONE Colloquio confidenziale e di grande interesse quello che ha tenuto Napolitano con i giovani della nostra redazione. Dopo aver donato al Presidente il numero speciale della Rivista San Francesco Patrono d'Italia, dedicata ai Capi di Stato che hanno reso omaggio negli anni al Poverello di Assisi, ha scambiato due battute in merito al mensile e al sito dei Frati di Assisi.

L'INCONTRO PRIVATO Prima di salire in Basilica Superiore per il XXVI Concerto di Natale c'è stato un incontro privato tra il Presidente della Repubblica, il Vescovo di Assisi, Mons. Sorrentino, il Ministro Generale OFM Conv, padre Marco Tasca, il Custode del Sacro Convento, padre Giuseppe Piemontese, e il direttore della Rivista San Francesco, padre Enzo Fortunato.IL CONCERTO Il Presidente della Repubblica ha assistito alla registrazione del XXVI Concerto di Natale, il primo in Italia ad essere trasmesso in TV, mandato in onda il 25 dicembre in Eurovisione su Rai 1 dopo il messaggio Urbi et Orbi del Papa. Un evento storico in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia che ha visto la partecipazione di artisti di fama mondiale come Randy Crawford, il violino di Nicola Benedetti, il coro di voci bianche dell'Accademia alla Scala di Milano e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dal Maestro Steven Mercurio. Al concerto di Natale erano presenti tra gli altri, il Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, Card. Gianfranco Ravasi, il Legato Pontificio per le Basiliche di Assisi, Card. Attilio Nicora, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Corrado Clini, il sottosegretario di Stato, Carlo Malinconico, il Senatore Maurizio Gasparri, l'Onorevole Renato Brunetta, il Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il Presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi, il Sindaco di Assisi, Claudio Ricci, e l'intero staff del Quirinale. Era presente anche il direttore Generale della Rai, Lorenza Lei, e il direttore di Rai Uno, Mauro Mazza.

IL PRANZO AL SACRO CONVENTO: IL DOLCE TRICOLORE E I DONI RICEVUTI Un pranzo francescano per il Presidente Napolitano e per tutti gli invitati al concerto di Natale. Per loro: lenticchie e cotechino come antipasto, penne all'amatriciana per primo piatto, roast beef con contorno di fagiolini. Gran finale con tre panettoni decorati con i colori della bandiera italiana, salutati dagli applausi dei frati (70 in rappresentanza di 20 Nazioni) e degli ospiti che hanno partecipato all'agape. Vi ringrazio per questi panettoni ha detto il Presidente naturalmente l'avvertenza vorrebbe che venissero intaccati tutti e tre insieme, perch se si prendesse un solo colore sarebbe un'altra cosa, è stato il commento del Capo dello Stato, cui è seguito un applauso. Infine è stato donato il volume realizzato dal Sacro Convento in occasione dell'incontro dei leader delle religioni mondiali tenutosi ad Assisi lo scorso 27 ottobre contenente un articolo dello stesso Napolitano.

L'INCONTRO CON LA COMUNIT FRANCESCANA La giornata del Presidente della Repubblica al Sacro Convento di Assisi non finisce con il pranzo in refettorio, ma continua, accompagnato dai frati, con una visita al porticato del complesso monumentale che affaccia sulla vallata assisana. Presidente, noi frati con i pellegrini, tutti i giorni a mezzogiorno e mezzo, sulla Tomba di San Francesco preghiamo per tutti gli italiani, per l'Italia e per tutti i francescani nel mondo dice un frate del Sacro Convento di Assisi. Immediata la battuta di Napolitano: E pregate anche per me? Perch ne ho bisogno... I frati: Certamente Presidente, come sempre la ricorderemo nelle nostre preghiere.

LA PARTENZA Alle ore 14.15 il Presidente della Repubblica e la moglie Clio lasciano la Basilica di San Francesco d'Assisi tra gli applausi di tutta la comunità francescana conventuale e dei pellegrini in visita al Santo Patrono d'Italia.

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits