RUBRICHE > Rubrica 27 Anni

Lo 'spirito di Assisi'è
di Patriarca Ecumenico Bartolomeo I

Credits Ansa



“Riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo” è l'importante tema della giornata interreligiosa ed ecumenica che celebra la venticinquesima ricorrenza dell'incontro con i rappresentanti religiosi voluto da Papa Giovanni Paolo II che si svolse ad Assisi nel 1986.

I tre punti di questo tema riflettono, in ordine di importanza, i valori spirituali che dobbiamo abbracciare con umiltà e adottare con fervore in quanto capi religiosi e credenti, in un mondo di volatilità globale, incertezza economica e turbolenza politica.

La riflessione ci impone di fermarci per prendere coscienza e riconoscere l'influenza che i nostri stili di vita e comportamenti possono esercitare sugli altri, in particolare sulle persone più vulnerabili. Prima di poter intervenire in alcun modo sui cambiamenti che avvengono nel mondo, dobbiamo innanzitutto cambiare il nostro atteggiamento e la nostra stessa visione del mondo.

Il dialogo ci invita ad aprire la mente e il cuore per accogliere i nostri fratelli e sorelle senza pregiudizi, sospetti o timori. Dobbiamo rifuggire dal fondamentalismo, dal fanatismo e dall'assolutismo, scegliendo invece l'ospitalità, la filantropia e la comunità.

Infine, la preghiera ci ricorda che, al di là di tutti i nostri sforzi, dobbiamo inginocchiarci in supplica davanti al Dio che adoriamo, poich solo Dio può portare quella “pace che supera ogni intelligenza” (Isaia 26,3 e Filippesi 4,7).

Non c'è nessun dubbio che la religione rappresenti l'alleato più forte e pervasivo nell'affrontare le questioni relative alla pace e alla giustizia. Anzi, la religione offre una prospettiva unica non solo sociale, politica o economica all'esigenza di eliminare la povertà, di donare equilibrio a un mondo globalizzato, di combattere il fondamentalismo e il razzismo, e di diffondere la tolleranza religiosa in un mondo pieno di conflitti.

Il Patriarcato Ecumenico è consapevole di questo imperativo ecumenico da secoli. con questo convincimento che saremo ad Assisi il 27 ottobre 2000 come “pellegrini della verità e pellegrini della pace”, nella giornata dedicata alla riflessione, al dialogo e alla preghiera.

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits