NOTIZIE > religione

Tremila gelati a poveri per onomastico Papa

L'Elemosineria Apostolica distribuirà, il gelato anche agli ospiti delle strutture Auxilium in tutta Italia

di Redazione online
Tremila gelati a poveri per onomastico Papa
Credit Foto - ANSA

"Il Santo Padre Francesco desidera festeggiare il giorno del suo onomastico insieme ai più bisognosi e ai senzatetto di Roma. Pertanto l'Elemosineria Apostolica distribuirà oggi, nel giorno in cui la Chiesa ricorda San Giorgio, 3.000 gelati alle persone che vengono quotidianamente accolte nelle mense, nei dormitori e nelle strutture della Capitale, gestite in gran parte dalla Caritas". Lo comunica l'Elemosineria Apostolica. (Ansa).

Il Santo Padre ha voluto coinvolgere la cooperativa Auxilium in questa giornata particolare e saranno distribuiti i gelati in tutti i centri di accoglienza per migranti che gestisce la cooperativa in Italia ad iniziare da Castelnuovo di Porto dove ci sono oltre 700 persone provenienti da 30 Paesi diversi e dove il Papa celebrò la Santa Messa in Coena Domini.

Inoltre il gelato sarà distribuito a tutti i bambini che vivono nelle case-famiglia della cooperativa e ai pazienti psichiatrici ospiti delle strutture Auxilium in tutta Italia. In totale saranno oltre 2000 le persone, italiane e straniere, che riceveranno questo regalo dal Santo Padre. 

Il gelato offerto da Papa Francesco per il suo onomastico ai bisognosi è arrivato a migliaia di persone, che ogni giorno vengono assistite dalla cooperativa Auxilium. Non solo a tutte le persone migranti ospiti del Centro Accoglienza Auxilium di Castelnuovo di Porto e di Mondo Migliore, ma anche ad altre strutture gestite da Auxilium in Italia: a tutti i centri di accoglienza migranti, ai minori delle case famiglia e agli ospiti delle case alloggio per pazienti psichiatrici. “È stato un gesto di attenzione che ha commosso tantissime persone”, racconta Angelo Chiorazzo, fondatore di Auxilium. E spiega: “Sapere che il Papa ha avuto un pensiero per te, quando la società vorrebbe dimenticarti, per chi è in difficoltà è una cosa importante, che dà fiducia e felicità. Il fatto che il Papa ci abbia ancora una volta coinvolto in un suo gesto di carità, ci riempie di gioia e ci responsabilizza ancora di più nel nostro lavoro al servizio dei più fragili”.    



CLICCA E GUARDA IL VIDEO DI AUGURI DI UNA FAMIGLIA PAKISTANA



Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits