NOTIZIE > religione

Il viaggio di quaranta giovani tra i luoghi francescani del Portogallo

di Gelsomino Del Guercio
Il viaggio di quaranta giovani tra i luoghi francescani del Portogallo
Credit Foto - www.francescaninorditalia.net

Quaranta giovani e frati, provenienti da Spagna e Italia, hanno vissuto insieme un pellegrinaggio francescano in terra portoghese, sulle orme di sant'Antonio e della Vergine Maria a Fatima, nel centenario delle apparizioni.

E' stata una delle esperienze estive più entusiasmanti promosse dai frati della pastorale giovanile vocazionale della Provincia Spagnola di Nostra Signora di Montserrat e della Provincia Italiana di Sant'Antonio di Padova.

DA MADRID AL PORTOGALLO

Frate Francesco Ravaioli della Provincia Italiana di Sant'Antonio e Frate Juan Cormenzana della Provincia Spagnola di N. S. di Montserrat raccontano sul portale dei Francescani Nord Italia, la bella esperienza vissuta dai quaranta giovani, accompagnati da 4 frati spagnoli e 2 italiani.

Il punto di ritrovo dei giovani è stato Madrid, per poi spostarsi in pellegrinaggio in terra portoghese dal 23 al 30 luglio. A Lisbona hanno visitato in particolare i luoghi della nascita, del battesimo e del primo cammino vocazionale di Fernando Martins de Bulhões.

LA VITA DI FRATE ANTONIO

«Qui i nostri frati - raccontano fra' Francesco e fra' Juan -  oltre a offrire ospitalità presso il Convento di Santa Clara, hanno creato momenti di incontro e preghiera con i giovani locali e con i centri sociali delle loro parrocchie e delle Missionarie della Carità di Madre Teresa».

A Coimbra, sempre con l'aiuto dei frati portoghesi, abbiamo visitato la città e Santa Cruz, dove la testimonianza dei santi protomartiri dell'Ordine ha favorito il passaggio alla vita minoritica di Fernando, divenuto frate Antonio a San António dos Olivais.

CATECHESI E PREGHIERA A FATIMA

Dopo aver goduto della bellezza di varie località e ambienti naturali del Portogallo, c'è stato l'arrivo a Fatima, «per vivere altre intense giornate di fede alla scuola dei santi pastorelli e della Vergine, concluse con la Messa internazionale domenica 30 luglio».

Le giornate dei giovani pellegrini «sono stati segnate - spiegano fra' Francesco e fra' Juan - dalla preghiera (Lodi mattutine, Vespri e Messa quotidiana) e da altri momenti di catechesi e preghiera, per favorire la conoscenza e l'esperienza viva del Santo di Lisbona e Padova e del messaggio di Maria a Fatima».


Gelsomino Del Guercio

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits