NOTIZIE > religione

Cena con il Papa e 280 poveri per festeggiare Krajewski

A servire la cena c'era anche tutto il personale dell'Elemosineria

di Andrea Tornielli
Cena con il Papa e 280 poveri per festeggiare Krajewski
Credit Foto - Vatican Insider

L'Elemosiniere pontificio Konrad Krajewski lo aveva detto subito dopo il sorprendente annuncio di Papa Francesco che lo aveva incluso nell'elenco dei nuovi cardinali: «Questa porpora è per i poveri e i volontari, io non ho alcun merito». E così, all'indomani della berretta rossa ricevuta in San Pietro dalle mani di Bergoglio, “don Corradoˮ ha voluto festeggiare il cardinalato invitando a cena duecento persone povere, disagiate o senzatetto, ospitate nella mensa dei dipendenti del Vaticano. I biglietti d'invito sono stati recapitati ai senzatetto delle stazioni o distribuiti attraverso la Comunità di Sant'Egidio.



Serviti e assistite da 80 di volontari che già collaborano con l'Elemosineria apostolica nel distribuire cibo a chi è in difficoltà o ai senzatetto nelle stazioni ferroviarie romane, dai diaconi permanenti e dalle suore di Madre Teresa, i poveri si sono messi a tavola in una grande sala, nel tardo pomeriggio del 29 giugno, festa i santi Pietro e Paolo, patroni di Roma, dopo che la  mattina Krajewski ha concelebrato la messa insieme a Francesco, con i nuovi porporati e con i 28 arcivescovi metropoliti che hanno ricevuto il pallio.



Ma la sorpresa è stata, alle 18.30, l'arrivo di Papa Bergoglio, che ha festeggiato i fondatori della Chiesa di Roma e il nuovo cardinale “don Corradoˮ sedendosi a mensa con i poveri. «Guarda Corrado che non sono venuto per te, ma sono venuto per loro!» ha detto il Pontefice prima di prendere posto a tavola. A servire la cena c'era anche tutto il personale dell'Elemosineria insieme a una quarantina di parenti e amici del neo-cardinale arrivati dalla Polonia.



Nella recente intervista con il vaticanista della Reuters Phil Pullella, Francesco ha spiegato di considerare l'Elemosiniere la “longa manusˮ del Papa per i poveri e ha dichiarato di averlo voluto includere per questo motivo nel collegio cardinalizio, anche se l'Elemosiniere fino ad oggi non era porporato. (Vatican Insider).



Andrea Tornielli

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits