NOTIZIE > religione

Cei, cambia la preghiera del Padre Nostro. Cosa ne pensate?

Nuova versione anche per il Gloria

Cei, cambia la preghiera del Padre Nostro. Cosa ne pensate?
Credit Foto - Web

L’Assemblea Generale della CEI ha approvato la traduzione italiana della terza edizione del Messale Romano, a conclusione di un percorso durato oltre 16 anni. Il testo della nuova edizione sarà ora sottoposto alla Santa Sede per i provvedimenti di competenza, ottenuti i quali andrà in vigore anche la nuova versione del Padre nostro «non abbandonarci alla tentazione» e dell’inizio del Gloria «pace in terra agli uomini, amati dal Signore». Lo afferma il comunicato finale della Assemblea Generale straordinaria della CEI che si è conclusa oggi in Vaticano.

I lavori - a cui hanno preso parte 224 membri, 24 Vescovi emeriti, 31 rappresentanti di presbiteri, religiosi e religiose - si sono poi incentrati sulla lotta agli abusi, facendo il punto sulle Linee guida che la Commissione per la tutela dei minori e degli adulti vulnerabili sta formulando nella prospettiva della prevenzione e della formazione. Le Linee guida chiederanno di rafforzare la promozione della trasparenza e anche una comunicazione attenta a rispondere alle legittime domande di informazioni. La Commissione – ha l’impegno di portare le Linee guida all’approvazione del Consiglio Permanente, per arrivare a presentarle alla prossima Assemblea Generale.

Si è decisa poi la creazione presso la Cei di un “Servizio nazionale per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili”, con un proprio Statuto, un regolamento e una segreteria stabile, in cui laiche e laici, presbiteri e religiosi esperti saranno a disposizione dei Vescovi diocesani. Il Servizio sosterrà nel compito di avviare i percorsi e le realtà diocesani – o inter-diocesani o regionali – di formazione e prevenzione. Potrà anche offrire consulenza alle diocesi, supportandole nei procedimenti processuali canonici e civili, secondo lo spirito delle norme e degli orientamenti che saranno contenuti nelle nuove Linee guida. “Questo è un problema - ha assicurato il Cardinale Bassetti, Presidente della CEI - che la Chiesa Italiana vuole risolvere radicalmente”.

L’Assemblea Generale ha approvato la costituzione di due Santi Patroni: San Leopoldo Mandić, quale patrono dei malati oncologici e Santa Rosa da Viterbo quale patrona della Gioventù Francescana d’Italia.

"La preoccupazione più grande - ha detto il Cardinale Bassetti - è che la gente soffra e sia infelice, anche per colpa della crisi economica. E si può creare rancore che suscita populismo. Mi preoccupa il fatto che la gente non lavora e non vedo grandi politiche per il lavoro. La gente ha bisogno di lavorare, diamo tempo al governo per potersi esprimere ma quello che mi preoccupa è la mancanza di lavoro, Pil fermo e debito pubblico che sale. Non sono prospettive che lasciano ben sperare".

“Sulla questione ICI - ha spiegato il Segretario Generale della CEI Monsignor Stefano Russo - non siamo preoccupati, le cifre sono da verificare, è unq a questione che non riguarda solo la Chiesa”. (Marco Mancini - Aci Stampa)



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits