NOTIZIE > preghiere

PREGHIERA PER OFFRIRE LA PROPRIA SOFFERENZA A DIO

PREGHIERA PER OFFRIRE LA PROPRIA SOFFERENZA A DIO

O Signore Gesù,

nel giorno luminoso di Pasqua

Tu mostrasti agli apostoli il segno dei chiodi nelle Tue mani

e la ferita nel Tuo costato.

Anche noi, o Divino crocifisso, portiamo nel nostro corpo

i segni vivi della passione.

In Te, vincitore del dolore con l'amore,

noi crediamo che la Croce è grazia:

è un dono e una potenza di salvezza per spingere il mondo

verso la festa, verso la Pasqua dei figli di Dio.

Per questo oggi, abbracciati a Maria nostra Madre

e abbandonati al soffio dello Spirito Santo,

con Te, o Gesù, Salvatore del mondo,

noi offriamo al Padre tutte le nostre sofferenze

e Gli chiediamo, nel Tuo Nome e per i Tuoi Santi meriti, 

di concederci la grazia di cui tanto abbiamo bisogno:

....(esprimere la grazia che si chiede) 

PREZIOSITA' DELLA SOFFERENZA
La sofferenza è fonte di meriti. E' una mistica moneta, che possiamo utilizzare per noi e per il prossimo. Quando un'anima offre a Dio la propria sofferenza per il vantaggio altrui, non ne perde, anzi fa doppio guadagno, perchè vi aggiunge il merito della carità.
I Santi comprendevano il valore del patire e sapevano sfruttarlo.
Le pene che la Provvidenza ci riserva, siano dunque bene impiegate.
- Si salvano più anime con la sofferenza, offerta a Dio con amore, che con lunghe prediche! - così scriveva il Fiore del Carmelo Santa Teresina di Lisieux.
Quante anime portò a Dio Santa Teresa soffrendo ed amando, pur trascorrendo gli anni nella solitudine di un chiostro.



PREGHIERA SUCCESSIVA

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits