NOTIZIE > preghiere

Per i peccati commessi chiedi perdono a Gesù recitando la preghiera del francescano Luigi Guanella

di Gelsomino Del Guercio
Per i peccati commessi chiedi perdono a Gesù recitando la preghiera del francescano Luigi Guanella
Credit Foto - ANSA

Ti senti afflitto per aver commesso dei peccati e senti il Signore più lontano? Allora prova a rivolgerti a Gesù, invocandolo attraverso le preghiere del Terziario Francescano Luigi Guanella.

Don Guanella è conosciuto perché fondò a Como la Congregazione dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Provvidenza per prendersi cura delle necessità dei più poveri e degli afflitti e provvedere alla loro salvezza. Fu un esempio per tutta la comunità tanto è vero che la sua opera è oggi diffusa in tutto il mondo.

Ecco le preghiere di Don Guanella, rivolte a Gesù:

PRIMA PREGHIERA

O Gesù, benedicimi ancora. Io vi desidero, io vi desidero. Cuore del mio Gesù, io voglio entrare nel tuo cuore e non staccarmi mai più. Copri con il sangue del tuo cuore l'anima mia e rendila pura affinché io possa comparirti davanti in paradiso.

O paradiso mio, o Dio mio, io ad altro non aspiro che a voi. O dolce Cuore del mio Gesù, fate che io vi ami sempre più.

SECONDA PREGHIERA

O Gesù, ho commesso colpe di superbia. Ho consumato le perversità dei sensi. Mi sarei meritato le carceri, gli schiaffi, tante percosse. Le flagellazioni e la croce mi sarei meritato per i miei peccati. E tu, o Gesù, mi avete usata misericordia. Come posso io pagare il debito per tanto male, e tu, o Gesù, sei entrato garante e hai pagato con sovrabbondanza.

O mio Gesù, tu mi hai redento ed io voglio essere tutta una vostra creatura. Abbi pietà di me, di me che tu, o Gesù, hai redento con il tuo sangue.

TERZA PREGHIERA

O quando anche l'anima mia vi vedrà faccia a faccia, o mio Dio e mio Signore? Mi conforta il ricordo della tua pietà, o mio Gesù. Mi conforta il considerare le tenerezze del tuo cuore. Io ti prego e tu mi salverai, o Signore. Io metterò avanti i miei poveri passi e tu sarai sostegno alla mia debolezza, o mio Gesù.

Che io sia salvo, mio Salvatore, che io sia sicuro in cielo per i tuoi meriti.


Gelsomino Del Guercio

PREGHIERA SUCCESSIVA

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits