NOTIZIE >

ECCO PERCHE' L'8 MARZO SI REGALANO LE MIMOSE

ECCO PERCHE' L'8 MARZO SI REGALANO LE MIMOSE
Credit Foto - ANSA

La mimosa viene associata per la prima volta alla figura femminile nel 1908. Nell'incendio di una fabbrica di camicie, l'8 marzo di 110 anni fa, morirono 123 operaie donne (con 23 uomini) che lì stavano confezionando abiti.


Fu la mimosa il fiore scelto per commemorarle. Trentotto anni dopo, nel 1946, l’U.D.I (Unione Donne Italiane) scelse questo fiore fresco, gracile, profumato e semplice come simbolo della festa della donna: è infatti un fiore che cresce spontaneamente in molte parti d’Italia, è economico ed è facile avere un rametto piccolo da appuntare alla camicetta o alla giacca. Da allora, la mimosa è diventata il fiore che gli uomini regalano alle donne. 


La mimosa è una pianta che è stata importata in Europa all’inizio del XIX secolo: originaria dell’Australia, in Europa ha trovato il clima ideale per crescere e svilupparsi. I suoi rami sbocciano a fine inverno e con il loro colore giallo paglierino smorzano il grigiore dell’inverno per portare l’allegria della primavera.

Secondo gli Indiani d’America i fiori della mimosa significano forza e femminilità. Non è quindi un caso che sia stato eletto fiore simbolo della festa della donna: non solo infatti fiorisce proprio in concomitanza dell’8 marzo, ma ha un significato in linea con la ricorrenza.



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits