NOTIZIE > lettere_direttore

TUTTO SULLE MIE SPALLE, SONO STANCA

di Enzo Fortunato
TUTTO SULLE MIE SPALLE, SONO STANCA

Carissimo padre Enzo, sono Emma, da otto anni assisto mio marito, mi sento tanto stanca, non posso uscire, mio marito senza di me ha tanta paura e non vuole nessun altro, porto tutto sulle mie spalle. Per fortuna ci sono le mie amiche e il vostro giornale che mi fanno sentire bene. La ringrazio tanto, spero che san Francesco mi guardi e mi dia forza.
Emma (BI)

Carissima Emma,
ti sono vicino non solo con il giornale, ma anche con la preghiera. San Francesco ti guarda e ti dona la forza, porta la certezza del suo sguardo sempre con te. Quando sento storie legate alla stanchezza penso a un antico adagio: “di pioppo o di noce ognuno ha la sua croce” che non vuol esser consolatorio, ma farci prendere coscienza di una realtà che si presenta complessa e raramente come vogliamo. Noi restiamo comunque i protagonisti della nostra vita, cerchiamo di sintetizzare e realizzare i nostri sogni e i sogni di Dio. Cara Emma coraggio, ricavati momenti solo per te, so che non è facile, tuo marito non deve avere paura, il tuo amore e il suo angelo custode saranno sempre accanto a lui.
Un caro saluto di pace e bene


Enzo Fortunato
Direttore della Rivista

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits