NOTIZIE > lettere_direttore

NON TI CHIEDIAMO PERCHE’ CE L’HAI TOLTO MA TI RINGRAZIAMO PER IL TEMPO CHE CE L’HAI DONATO

NON TI CHIEDIAMO PERCHE’ CE L’HAI TOLTO MA TI RINGRAZIAMO PER IL TEMPO CHE CE L’HAI DONATO
Credit Foto - wikipedia

Egregio Padre Enzo, vedo al sabato la sua trasmissione su Rai 1 dove parla anche di san Francesco, santo che ho sempre ammirato perché ha rinunciato a sé stesso per gli altri. Lei ha un volto così dolce e mistico che in quei pochi minuti del programma infonde un po’ di serenità. Tante certezze sono sfumate per me nel nulla, nel momento in cui improvvisamente ho perso il mio compagno dopo 27 anni vissuti insieme. Poi un tumore al seno mi ha dato il colpo di grazia e la mia fede ha iniziato a vacillare. Ho 75 anni e se mi guardo allo specchio ho il volto segnato dal tempo. La bellezza dell’anima nel mondo di oggi è relativa. Le mando una mia fotografia di tanti anni fa, chissà se potrà benedirla. Desidererei tanto un’immagine di Assisi e della Basilica di San Francesco. Sono stata tanti anni fa lì, luogo mistico che con i suoi affreschi di Giotto sono rimasta incantata. Spero di vederla per tanto tempo ancora. Un saluto pieno di tutto quell’amore che lei sa diffondere con le sue parole 

Margherita


Carissima, siete in tanti a seguirci attraverso la TV e il sabato mattina è diventato un appuntamento dal contenuto e dai colori francescani. E’ una grande opportunità che la televisione italiana ci dona e ci permette di riflettere insieme sul dialogo, sulla pace, su come ciascuno di noi può seminare e coltivare la bellezza. Affido a San Francesco le rughe del tuo volto, di una vita vissuta e segnata dalla perdita del tuo compagno. Amo donare un’affermazione di Sant’Agostino per la perdita dei propri cari: “Signore, non ti chiediamo perché ce l’hai tolto, ma ti ringraziamo per il tempo che ce l’hai donato!”. Questa affermazione che è preghiera spero possa aiutare te e ciascuno di noi a dare senso e significato al dolore che inevitabilmente bussa alla porta della propria casa, della propria vita Un caro saluto di pace e bene



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits