NOTIZIE > fede

Ricognizione corpo di san Francesco, Gambetti: si è dilatato il nostro cuore davanti all'uomo nudo segnato dalla ferita della passione

di Mauro Gambetti
Ricognizione corpo di san Francesco, Gambetti: si è dilatato il nostro cuore davanti all'uomo nudo segnato dalla ferita della passione

CLICCA QUI E INVIA LA TUA PREGHIERA A SAN FRANCESCO 

I resti mortali di Frate Francesco in che condizioni sono? Questo interrogativo, suggerito dall’esperto che vent’anni fa (1995) aveva condotto l’ultima ispezione alla tomba, risuonava in noi da qualche tempo.

Dopo aver chiesto le opportune autorizzazioni, aperti i sigilli nel marzo 2015, con i frati delle famiglie francescane del Primo e del Terz’Ordine Regolare ci siamo ritrovati intorno a Frate Francesco, come i suoi compagni lo avevano circondato il giorno della sua morte, alla Porziuncola. 

Si sono gonfiati i nostri occhi vedendo sulle sue ossa l’inesorabile passaggio del tempo; si è dilatato il nostro cuore davanti all’uomo nudo segnato dalla ferita della passione; è fiorita in noi la nostalgia di poterlo riabbracciare vivo; negli animi uniti in preghiera, si è levata una silenziosa ode tanto simile ai versi con cui Carducci si rivolgeva a Frate Francesco in Santa Maria degli Angeli: Su l’orizzonte del montan paese,/Nel mite solitario alto splendore,/Qual del tuo paradiso in su le porte,/Ti vegga io dritto con le braccia tese/Cantando a Dio — Laudato sia, Signore,/Per nostra corporal sorella morte!

Di nuovo sono risuonate le parole del Padre Serafico: Addio voi tutti figli miei,vivete nel timore del Signore e conservatevi in esso sempre! E poiché si avvicina l’ora della prova e della tribolazione,beati quelli che persevereranno in ciò che hanno intrapreso!Io infatti mi affretto verso Dio e vi affido tutti alla sua grazia.


Insieme abbiamo pregato: Ricordati,o padre,di tutti i tuoi figli. Tu,o santissimo,conosci perfettamente come,angustiati da gravi pericoli, solo da lontano seguono le tue orme. Dà loro forza per resistere,purificali perché risplendano, rendili fecondi perché portino frutto. Ottieni che sia effuso su di loro lo spirito di grazia e di preghiera, perché abbiano la vera umiltà che tu hai avuto,osservino la povertà che tu hai seguito,meritino quella carità con cui tu hai sempre amato Cristo crocifisso. Egli vive e regna con il Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.


Mauro Gambetti

Commenti dei lettori

28-09-2015 00:51:39
bina
Ti penso sempre. Non lasciarmi mai.
28-09-2015 18:15:20
Giancarlo Valente
Risiedo in Brasile. Come posso abbonarmi e ottenere il numero di ottobre in parola? Pace et bene
29-09-2015 18:48:28
Giuseppe
S, Francesco sii sempre vicino a me guidami come l'angelo custode, non abbandonarmi ti prego!! E nell'ora della mia morte assistimi, consolami e se possibile portami in Paradiso!
30-09-2015 15:25:53
Francesca
Caro, san Francesco mio, tra poco mi appresto a festeggiarti, nella tua solenne ricorrenza ed è un onore per me averti come santo. Sii sempre il mio sostegno e con il mio Angelo Custode conducimi ogni momento al Cuore di Gesù. Tienimi sempre la mano ed amami, come anch'io ti amo. Tua Francesca
01-10-2015 22:20:26
Fabio
Ti adoro fratello Francesco... sei da esempio per la chiesa e per tutti noi.

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits