NOTIZIE > fede

San Giovanni Battista, ecco cosa c'è da sapere

di REDAZIONE FAMIGLIA CRISTIANA
San Giovanni Battista, ecco cosa c'è da sapere
Credit Foto - Famiglia Cristiana

Questa festività è stata fissata dalla Chiesa latina esattamente sei mesi prima del Natale e tre mesi dopo l’Annunciazione, basandosi sulle parole dell’arcangelo Gabriele a Maria riguardanti Elisabetta: «E questo è il sesto mese per lei» (Lc 13,6). Diversi fattori hanno fatto del Battista il primo santo ovunque venerato con una solennità festiva e con moltissime chiese a lui dedicate in tutto il mondo: innanzitutto la lode che di lui fa il Signore («tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni Battista»); inoltre il suo martirio, la scoperta e la diffusione delle sue reliquie; infine, la sua personalità di prototipo del monaco che spiega la grande devozione che di lui aveva san Benedetto. Tra l’altro, di lui parlano non soltanto i Vangeli, ma anche testi apocrifi quali il Vangelo dell’infanzia, il Protovangelo di Giacomo, il Libro di Giovanni nonché il Corano ed altri libri musulmani, tutti con espressioni di grande ammirazione. Alla diffusione del suo culto ha contribuito l’istituzione degli Ospitalieri o Cavalieri di S. Giovanni, i quali in tutti i centri dell’Ordine dedicarono una cappella al loro patrono e imposero il nome di S. Giovanni ad Acri, la città che fu teatro principale delle loro gesta. In Europa sono molti i paesi intitolati al santo: 213 in Francia e 128 in Italia., anche se è difficile stabilire se questi toponimi appartengano tutti al Battista. Circa le sue reliquie, sappiamo dal Vangelo che la testa del martire finì nelle mani di Erodiade; invece il corpo fu preso dai suoi discepoli che l’avrebbero sepolto a Sebaste in Samaria. Ma sono molte le località che se ne contendono reliquie: a Roma, fin dal 1130 si ha memoria di un oratorio in cui si custodiva la testa del Battista, che passò poi nella chiesa di S. Silvestro in Capite. Sempre a Roma sono intitolate al santo la cattedrale - l’arcibasilica di S. Giovanni in Laterano – e le chiese di S. Giovanni dei Fiorentini e S. Giovanni dei Genovesi a Trastevere ed anche in esse si venerano reliquie del santo. La festa del 24 giugno è in molte località solennizzata con falò e fuochi d’artificio.


REDAZIONE FAMIGLIA CRISTIANA

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits