NOTIZIE > fede

Il mio primo weekend francescano ad aiutare i bambini in difficoltà

La bella testimonianza di una giovane gifrina che ha partecipato all'iniziativa dell'OFS Campania

di Gelsomino Del Guercio
Il mio primo weekend francescano ad aiutare i bambini in difficoltà

E' stata la prima volta per Laura Musto, giovane gifrina della fraternità di Avellino, che è stata tra le protagoniste di "Vedo Rosso ma per Amore" – Week-end invernale “Una Mano per un Sorriso", evento di solidarietà promosso dal 3 al 5 gennaio a Cava de' Tirreni dall'Ordine Francescano Secolare della Campania e la Gi.Fra. Campania.


IL RUOLO DEGLI ANIMATORI

L'iniziativa è destinata ai bambini campani che vivono particolari situazioni di disagio sociale, familiare e/o economico per donare loro tre giorni di vacanza in cui, seguiti da animatori fraterni, possano vivere un clima natalizio e festoso (che normalmente è loro negato).


"SERVIRE INCONDIZIONATAMENTE IL PROSSIMO"

«Attraverso dinamiche di gruppo, giochi ed uscite - scrive Laura - è stata una occasione concreta per dedicarci ai più piccoli, donando il nostro tempo, le nostre forze, il nostro amore. Sono da appena tre anni in Gi.Fra. e questa esperienza di certo mi ha fatto scoprire la bellezza del servire incondizionatamente e l’importanza della missione verso l’altro, sia in quanto dovere del buon francescano sia perché arricchente come esperienza personale».

Leggi anche: Una mano per un sorriso’. Così i bambini vanno in vacanza con Francesco

LA PREGHIERINA PRIMA DI DORMIRE

«La presenza di Dio, viva in mezzo a noi e incarnata in ognuno dei più piccoli - sottolinea Laura - ha mostrato ai miei occhi tanti piccoli “miracoli”: “Ti prometto che da domani ogni sera farò la preghierina prima di andare a dormire”, “ma io ho solo 6 anni, posso prendere il corpo di Gesù?”, tanti “ti voglio bene” gratuiti e pianti, sicuramente di profondo dolore, in risposta a lunghi abbracci».



LA LEZIONE DI FRA GIANFRANCO

E allora Laura conclude la sua testimonianza con l’esortazione che Fra Gianfranco Pasquariello, responsabile dell'iniziativa, ha trasmesso agli animatori presenti: «portare nelle nostra Fraternità e in giro la bellezza del servire ed essere al servizio, affinché ci sia sempre un seme che germogli nei cuori, e inoltre ci siamo impegnati a seguire i bambini durante l’anno poiché tutti hanno un bisogno di noi molto più di quanto possiamo immaginare».

Leggi anche: FRANCESCANI IN TOSCANA TRA ORFANOTROFIO, PARROCCHIA E

MISSIONI PER SEGUIRE I PASSI DI FRANCESCO D'ASSISI



Gelsomino Del Guercio

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits