NOTIZIE > eventi

RIFLETTERE SUL NATALE ATTRAVERSO LA FIGURA DEI MAGI: È QUANTO PROPONGONO GLI INCONTRI BIBLICI DEL SERAPHICUM

di Redazione online
RIFLETTERE SUL NATALE ATTRAVERSO LA FIGURA DEI MAGI:
È QUANTO PROPONGONO GLI INCONTRI BIBLICI DEL SERAPHICUM
Credit Foto - google

Primo appuntamento domani (sabato 2 dicembre), alle ore 16, con fra Germano Scaglioni “Mendicanti del Cielo - I Magi e il Natale (Mt 2,1-12)” è il tema del nuovo ciclo di incontri biblici del Seraphicum, ideati e tenuti da fra Germano Scaglioni, docente di Nuovo Testamento. Il programma dell’iniziativa, in preparazione al Natale, prevede tre meditazioni. La prima si terrà sabato 2 dicembre sul tema “Abbiamo visto sorgere la sua stella”; la seconda, il 9 dicembre, “Dov’è il re dei Giudei?”; la terza e ultima, il 16 dicembre, dal titolo “Un’altra strada”. Tutti gli appuntamenti, con inizio alle ore 16, si tengono al Seraphicum (via del Serafico, 1 – angolo via Laurentina a Roma) e hanno ingresso libero. La scelta di parlare del Natale attraverso la figura dei Magi, è ben riassunta da una riflessione di monsignor Bruno Forte: “Fra i personaggi del Natale ce ne sono alcuni che il racconto evangelico ci presenta con un’aura di particolare fascino e di mistero: i Magi. In questi uomini venuti da lontano, pellegrini nella notte guidati da una stella, mi sembra sia possibile vedere la ricerca del nostro cuore inquieto: essi ci rappresentano tutti, o almeno coloro fra noi che sono disposti a vivere l’esistenza non come resa all’evidenza finale della morte, ma come esodo, cammino verso la luce che viene dall’alto”. Per info: 06 515031 oppure: press.seraphicum@gmail.com


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits