NOTIZIE > eventi

Da tutto il mondo ad Assisi per eleggere il successore di San Francesco

di Redazione online
Da tutto il mondo ad Assisi per eleggere il successore di San Francesco

Con il solenne rito di apertura hanno preso avvio, la sera del 19 gennaio 2013 nella Basilica Papale e presso la Tomba di san Francesco in Assisi, i lavori del 200° Capitolo Generale dei Frati Minori Conventuali.

Un appuntamento che si ripete ogni sei anni, durante il quale si fa il punto sullo status dell'Ordine e vengono eletti il Ministro generale e i membri del Consiglio generale o Definitorio. L'Ordine dei Frati Minori Conventuali ha alle spalle 800 anni di storia. La data di fondazione risale al 1209 e corrisponde all'approvazione orale che papa Innocenzo III concesse a san Francesco quando si presentò a Roma con i primi 12 compagni che aveva raccolto attorno a sé nel tugurio abbandonato di Rivotorto in Assisi. Nel corso della storia per 200 volte i frati francescani conventuali si sono riuniti, nei primi anni attorno a san Francesco e poi ai suoi successori. Duecento Capitoli generali: un traguardo straordinario! Una Famiglia religiosa che, nonostante gli otto secoli di storia, continua a riunirsi e a interrogarsi, continua ad essere viva e prosegue la sua missione nella Chiesa e nel mondo. E per la duecentesima volta si ritrova per manifestare la gioia di stare insieme per ritrovare l'energia e la forza di progettare il suo cammino futuro. L'Assemblea capitolare è costituita da tutti i Superiori delle Province e Custodie in cui è suddiviso l'Ordine nel mondo. Accanto ad essi i membri del Governo generale che conclude il suo mandato sessennale. Per le Province più numerose partecipano anche, secondo le norme stabilite, alcuni rappresentanti eletti dalla base.

Il presente 200° Capitolo generale è composto da 99 frati, provenienti dai cinque continenti. Sette sono le grandi aree di provenienza: 10 frati rappresentano l'area anglofona America del Nord e Australia; 7 l'Africa; 12 il Centro e il Sud America; 6 il continente asiatico; 6 l'Europa centrale; 18 l'Europa orientale; 27 frati provengono dalle nazioni che si affacciano sul mediterraneo. Oltre ai suddetti frati, che partecipano con diritto di voto, sono stati invitati al Capitolo altri 11 frati con la qualifica di “uditori”. Ogni Capitolo rappresenta un momento forte per fare esperienza di comunione e di fraternità fra tutti, per conoscere i nuovi membri che aderiscono all'Ordine, per verificare se lo stile di vita rimane conforme alla Regola, ai dettami del Vangelo e alle direttive della Chiesa. Ma il Capitolo è anche un'occasione per raccogliere istanze, o esigenze, che emergono dai nuovi luoghi dove i frati sono giunti, per perfezionare o stendere nuove norme che regolavano la vita comunitaria, e progettare insieme nuove forme di evangelizzazione. Il Capitolo è un appuntamento comune a tutti gli Ordini religiosi.

Il Capitolo o Assemblea generale per verificare il cammino percorso e di darsi, democraticamente, nuovi Superiori; soprattutto di programmare, in ascolto dei segni dei tempi, il proprio futuro in armonia e in comunione con il cammino della Chiesa.(Egidio Canil)


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits