NOTIZIE > editoriale

AUSTRIA, RINCHIUSI IN UN RECINTO DI 84MILA KM²

di Enzo Fortunato
AUSTRIA, RINCHIUSI IN UN RECINTO DI 84MILA KM²
Credit Foto - Ansa - Roberto TOMASI

Creano sconcerto le posizioni dei governi di Francia e Spagna contrari all'idea di permettere lo sbarco di persone soccorse nel Mediterraneo nei loro porti. Ancor più sorprendenti le parole del ministro della Difesa austriaco Hans Peter Doskozil che minaccia di schierare l'esercito al Brennero: "molto presto saranno attivati controlli alle frontiere e ci sarà bisogno di un dispiegamento dell’esercito fino a 750 uomini - indispensabile se l'afflusso di migranti dall'Italia non diminuisce".



Pongo due riflessioni/strade da percorrere per decisioni frutto del lavoro, non di una politica sempre soggetta al vento elettorale, ma di statisti e di uomini di Stato che si preoccupano dell’uomo e della sua umanità.



La prima domanda che pongo è di metterci per un attimo nei panni dei migranti. Se noi fossimo al posto loro cosa vorremmo ci fosse fatto? Se tu Ministro Doskozil ti trovassi su un barcone cosa vorresti dagli altri? Per i cristiani e non solo la risposta è nel Vangelo: “qualunque cosa avete fatto ad uno di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatto a me”.



La seconda riflessione propone il rovescio della medaglia di quello che sta avvenendo. Più che difendersi con barriere militari e sociali ci si sta rinchiudendo in un recinto costruito con le proprie mani.


Enzo Fortunato
Direttore della Rivista

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits