NOTIZIE > cronaca

Papa Francesco: “Essere premurosi nella ricerca del Signore, come i Magi”

Papa Francesco: “Essere premurosi nella ricerca del Signore, come i Magi”
Credit Foto - Archivio CNA

CITTÀ DEL VATICANO , 06 gennaio, 2018 / 12:15 AM (ACI Stampa).- Subito dopo la celebrazione della Messa nella Basilica Vaticana, Papa Francesco si affaccia alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico per recitare l’Angelus con i fedeli in Piazza San Pietro. Dopo aver riassunto in tre gesti l’opera dei Re Magi nell’omelia odierna, il Papa, nell’Angelus, presenta tre atteggiamenti con i quali è stata accolta la venuta di Gesù e la sua manifestazione al mondo: ricerca premurosa, indifferenza, paura. I Magi hanno fatto un lungo viaggio e adesso “con grande premura cercano di individuare dove si possa trovare il Re neonato”. Alla loro ricerca premurosa si contrappone l’indifferenza dei sommi sacerdoti e degli scribi: “Essi conoscono le Scritture e sono in grado di dare la risposta giusta sul luogo della nascita, ma non si scomodano per andare a trovare il Messia. Betlemme è a pochi chilometri, ma loro non si muovono”, commenta il Pontefice. Ancora più negativo, per Francesco, è l’atteggiamento di Erode, perchè “egli ha paura che quel Bambino gli tolga il potere”. “Anche noi dobbiamo scegliere quale dei tre assumere”, osserva il Papa. “L’egoismo può indurre a considerare la venuta di Gesù nella propria vita come una minaccia – commenta il Pontefice -allora si cerca di sopprimere o di far tacere il messaggio di Gesù. Quando si seguono le ambizioni umane, le prospettive più comode, le inclinazioni del male, Gesù viene avvertito come un ostacolo. D’altra parte, è sempre presente anche la tentazione dell’indifferenza. Pur sapendo che Gesù è il Salvatore, si preferisce vivere come se non lo fosse”. Qual è l’atteggiamento giusto? Per Francesco, come i Magi, dobbiamo essere “premurosi nella ricerca, pronti a scomodarci per incontrare Gesù nella nostra vita. Ricercarlo per adorarlo, per riconoscere che Lui è il nostro Signore, Colui che indica la vera via da seguire”. Dopo la recita dell’Angelus, il Papa passa ai consueti saluti: "Alcune Chiese orientali, cattoliche e ortodosse, celebrano in questi giorni il Natale del Signore. Ad esse rivolgo il mio augurio più cordiale: questa gioiosa celebrazione sia fonte di nuovo vigore spirituale e di comunione tra tutti noi cristiani, che lo riconosciamo come Signore e Salvatore. E vorrei esprimere, in modo speciale, la mia vicinanza ai cristiani ortodossi copti, e salutare cordialmente il mio fratello Tawadros II nella gioiosa occasione della consacrazione della nuova Cattedrale al Cairo”. “L’Epifania è anche la Giornata Missionaria dei Ragazzi – ricorda il Pontefice - che quest’anno invita i ragazzi missionari a fare proprio lo sguardo di Gesù, perché diventi la guida preziosa del loro impegno di preghiera, di fraternità e di condivisione con i coetanei più bisognosi”. Il saluto speciale del Papa è dedicato anche al corteo storico-folcloristico che promuove i valori dell’Epifania e che quest’anno è dedicato al territorio dei Monti Prenestini. Vengono dai comuni laziali di Cave, Genazzano e San Vito Romano, i Re Magi che arrivano in Piazza San Pietro per omaggiare il Bambino Gesù. Sono loro, insieme a 1400 figuranti ad animare il corteo folcloristico “Viva la Befana”, organizzato da Europae Fami.li.a.(Famiglie Libere Associate d’Europa), e giunto al 33.mo anno. (Veronica Giacometti - ACI Stampa)



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits