NOTIZIE > attualita

Osimo si mobilita a supporto della missione dei francescani a Cuba

Cena solidale per raccogliere fondi. Da vent'anni i frati sono punto di riferimento nella diocesi di Matanzas nella capitale cubana

di Gelsomino Del Guercio
Osimo si mobilita a supporto della missione dei francescani a Cuba
Credit Foto - sangiuseppedacopertino.net/

Un aiuto concreto alla missione francescana a Cuba che compie 21 anni. Domenica 18 febbraio ad Osimo, in provincia di Ancona, si sono ritrovate decine di persone per una cena solidale nel convento francescano di San Giuseppe da Copertino di Osimo (Ancona).

LA MISSIONE A L'AVANA
Tra brani musicali, letture francescane, dialogo fraterno, sono stati raccolti per la difficile missione francescana di Cuba, nella capitale L'Avana. Una missione coordinata dai missionari della Provincia francescana delle Marche. Il Centro Missionario Francescano dei Frati Minori Conventuali marchigiani ha messo radici, come raccontano gli stessi frati, nel 1997. Tutto ha avuto inizio con un sondaggio svolto tra i frati della Provincia delle Marche in preparazione al Capitolo 1997.

DOPO LO ZAMBIA
Alla domanda "se fosse opportuno che la Provincia si aprisse ad una nuova Missione", dato che quella Zambiana, fondata dalla Provincia delle Marche nel 1930 si avviava a divenire a sua volta Provincia, l’assemblea votava con applauso l'iniziativa. Nell'anno del Capitolo di decise per far breccia a Cuba, individuando la Diocesi di Matanzas, all'interno di L'Avana, come quella più idonea alla fondazione. I criteri su cui costruire la prima fraternità erano due: che la comunità doveva ovviamente essere caratterizzata dal carisma francescano conventuale (contemplazione e preghiera, fraternità viva, servizio pastorale nella minorità francescana, povertà); e che fosse una comunità aperta a costruire il progetto pastorale con la Chiesa cubana, in armonia con il carisma francescano.

I TRE FRATI
I primi frati a partire furono due della provincia marchigiana, P. Fernando Maggiori e P. Silvano Castelli ed uno, P. Roberto Carboni che, con grande carità fraterna, la provincia sarda ha posto a disposizione del Progetto. E così si avviava il "sogno" dei francescani conventuali delle Marche a Cuba, "sogno" che tuttora prosegue con risultati importanti sul fronte della evangelizzazione.


Gelsomino Del Guercio

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits