NOTIZIE > attualita

NAVARRO VALS. IL NOSTRO RICORDO: OGNI PIAZZA E’ BUONA PER ANNUNCIARE BELLEZZA CRISTIANO

Anche in quelle piazze che apparentemente potevano sembrare ostili ci fu l’occasione di veicolare il messaggio dell’unità della famiglia umana

di Enzo Fortunato
NAVARRO VALS. IL NOSTRO RICORDO: OGNI PIAZZA E’ BUONA PER ANNUNCIARE BELLEZZA CRISTIANO
Credit Foto - Ansa - MAURIZIO BRAMBATTI /ARCHIVIO

Gennaio 2001, il Papa è ad Assisi per un’intera giornata insieme ai leader religiosi di tutto il mondo per invocare il dono della pace su un’umanità sconvolta dagli attentati alle Twin Tower dell’11 settembre. I giornalisti sono circa 800, metto a punto la lista degli accreditati e due giorni prima dell’arrivo del Santo Padre mi confronto con il portavoce di Giovanni Paolo II, Navarro Valls ragguagliandolo su presenze e organizzazione dell’ufficio stampa.



La chiacchierata nasceva anche dal fatto che avevano fatto richiesta di accreditamento anche due giornalisti dell’emittente Al Jazeera. In quel periodo la tv del Qatar veniva criticata perché mandava in onda gli audio messaggi di Bin Laden. Mi posi la questione se era il caso di segnalare la loro presenza, Valls mi rispose: tutto bene padre, se vuole può anche annunciare che c’è Al Jazzera tra gli inviati.

Nella conferenza stampa del giorno prima dell’arrivo del Papa annunciai la presenza dei corrispondenti arabi. Il girono dopo tutte le testate diedero questa notizia.



La riflessione che ne scaturisce sulla figura di Navarro Valls, come molti colleghi hanno già sottolineato, è che è sempre stato: tempestivo, essenziale ed efficace.



Ogni piazza e ogni occasione è buona per annunciare la bellezza dell’essere cristiano. Anche in quelle piazze che apparentemente potevano sembrare ostili ci fu l’occasione di veicolare il messaggio dell’unità della famiglia umana.



E ritornano in mente le parole del Sacrum Commercium che invita a declinare il messaggio di Francesco in tutto il mondo: Ed ella (Madonna Povertà), dopo un sonno placidissimo e non appesantito da cibo né da bevanda, si alzò alacremente, chiedendo che le fosse mostrato il chiostro. La condussero su di un colle e le mostrarono tutt’intorno la terra fin dove giungeva lo sguardo, dicendo:<>.


Enzo Fortunato
Direttore della Rivista

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits